Visualizzazione di 1-50 di 59 risultati

-18%
8,25 

AGIOLAX GRANULATO Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale Posologia: La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Barattolo da 100 g, 250 g, 400 g Adulti: 1-2 cucchiaini da tè la mattina prima della colazione e la sera dopo la cena, secondo la necessità individuale. Nei casi ostinati 2 cucchiaini da tè ogni 6 ore per 1-3 giorni. Bambini oltre i 10 anni: 1 cucchiaino da tè al giorno Bustine da 5 g Adulti: 1-2 bustine la mattina prima della colazione e la sera dopo la cena, secondo la necessità individuale. Nei casi ostinati 2 bustine ogni 6 ore per 1-3 giorni. Bambini oltre i 10 anni: 1 bustina al giorno. Assumere preferibilmente la sera. Attenzione non assumere il medicinale immediatamente prima di andare a letto; dopo averlo ingerito attendere almeno un’ora prima di coricarsi. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad una adeguata quantità d’acqua (un bicchiere abbondante). Il granulato non va masticato né sciolto, ma deve essere posto sulla lingua e poi inghiottito bevendo un bicchiere d’ acqua per ogni dose: l’omissione di quest’ultima raccomandazione può causare inconvenienti. Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Principi attivi: 100 g di granulato contengono Principi attivi: - piantaggine semi g 54,2 - senna frutti g 6,74 - 13,15 equivalente a 0,3 g di sennosidi calcolati come sennoside B Eccipienti: contiene saccarosio Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1 Bustine da 5 g Una bustina contiene Principi attivi: - piantaggine semi g 2,71 - senna frutti g 0,33 - 0,65 equivalente a 0,015 g di sennosidi calcolati come sennoside B Eccipienti: contiene saccarosio Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1 Eccipienti: Talco, gomma arabica, essenza di comino, essenza di salvia, essenza di menta, paraffina liquida, paraffina solida, E 172, saccarosio. Controindicazioni: Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei soggetti con difficoltà ad ingerire o che presentano patologie (ad esempio ernia iatale) o condizioni (ad esempio soggetti debilitati costretti a letto) che comportano il rischio di rigurgito. Controindicato in presenza di atonia del colon o fecaloma. Controindicato nei bambini di età inferiore a 10 anni. Conservazione: Barattolo da 100 g, 250 g, 400 g: Conservare a temperatura inferiore a 25°C Bustine: Conservare a temperatura inferiore a 30°C. Tenere nell’imballaggio originale per proteggere il medicinale dall’umidità. Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia, la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni di impiego Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o non in buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Durante il trattamento ingerire una abbondante quantità di acqua (6-8 bicchieri) per prevenir

-4%
12,49 

AGPEG BUSTINE Descrizione Agpeg è un dispositivo medico ad azione lassativa che, attraverso un'azione di tipo osmotico, regolarizza l'intestino in modo naturale. Non viene assorbito né fermenta nell'intestino, non irrita la mucosa e viene eliminato nelle feci in forma non modificata. Agpeg è particolarmente indicato nella stitichezza cronica e nei casi di intestino occasionalmente irregolare. Grazie infatti alla sua affinità per l'acqua, Agpeg ammorbidisce le feci facilitando l'evacuazione senza provocare crampi né dolore addominale, né condizioni di urgenza. La sua efficacia non si riduce nel tempo. Agpeg si presenta in polvere per soluzione orale. Modalità d'uso Dosi raccomandate Da 6 mesi a 2 anni (fino a 12 kg): 1-2 bustine al giorno. Da 2 a 11 anni (da 12 kg a 20 kg): 2-4 bustine al giorno. Al di sopra di 11 anni (o > 20 kg) e adulti: 2-6 bustine al giorno. È possibile suddividere la dose giornaliera in più somministrazioni. La dose può essere aumentata o diminuita a seconda della risposta individuale al trattamento. Si consiglia in ogni caso di sentire il parere del medico. Utilizzare il prodotto nei bambini in età pediatrica solo dopo consiglio medico. La dose massima necessaria non supera normalmente le 6 bustine al giorno. Istruzioni per l'uso Sciogliere il contenuto di 1 bustina in ½ bicchiere d'acqua (62,5 ml). Bere la soluzione così ricostituita. Il numero giornaliero di bustine da assumere può essere ricostituito in anticipo nel volume d'acqua appropriato e la soluzione conservata in frigorifero coperta fino ad un massimo di 24 ore. Si consiglia di assumere Agpeg lontano dai pasti. Componenti Macrogol 3350. Eccipienti: biossido di silicio, aroma, saccarina sodica. Senza glutine. Avvertenze Non assumere Agpeg in caso di ipersensibilità nota a macrogol, perforazione e/o ostruzione gastrointestinale, lesioni gastriche o intestinali note, gravi patologie infiammatorie del tratto intestinale come morbo di Crohn, colite ulcerosa e megacolon tossico. In gravidanza ed allattamento il prodotto va usato su prescrizione medica. Interazioni con farmaci Non sono note interazioni con farmaci ma è opportuno che l'assunzione del prodotto sia distanziata di almeno 2 ore da quella dei farmaci somministrati per via orale poiché il potere osmotico del macrogol e l'aumento della velocità di transito gastrointestinale indotta possono influire negativamente sulla loro efficacia. Consultare comunque il proprio medico prima di assumere Agpeg in caso di altre terapie in atto. Non superare la dose massima giornaliera. Il prodotto è monouso: non utilizzare le buste in modo parziale o aperte in tempi non noti, in quanto tale modo d'uso potrebbe comportare rischi di contaminazione del prodotto. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Non utilizzare in bambini al di sotto dei 6 mesi. Durante il trattamento con Agpeg è consigliabile seguire una dieta adeguata, accompagnata dalla somministrazione di una soluzione per la reidratazione orale (ORS) per evitare la disidratazione, si consiglia comunque di consultare il medico. Non utilizzare il prodotto per più di 30 giorni, se i sintomi persistono, consultare il medico. Conservazione Conservare in luogo fresco ed asciutto, a temperatura non superiore a 25°C, nella confezione originale. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto correttamente conservato in confezione integra. Non utilizzare il prodotto dopo la data di scadenza indicata sulla confezione e sulla bustina. Validità a confezionamento integro: 36 mesi. Formato Confezione da 30 bustine

-5%
17,90 

AGPEG PLUS ESSE Descrizione Agpeg plus esse è un dispositivo medico da assumere per ottenere una efficace pulizia dell'intestino. La rimozione dei residui solidi nel colon è fondamentale in preparazione di esami endoscopici, radiologici ed ecografici per una diagnosi accurata. Meccanismo d'azione: Agpeg plus esse contiene macrogol 3350, una sostanza inerte che non viene assorbita, non irrita la mucosa, non fermenta e viene eliminata in forma non modificata. Grazie alla sua affinità per l'acqua richiama un'elevata quantità di liquidi nel comparto intestinale, idratando la massa fecale e stimolando la peristalsi. Contiene inoltre simeticone che, grazie alla sua azione antischiumogena, è efficace nell'assorbimento del gas gastrointestinale associato alla stipsi. Componenti Macrogol 3350 e simeticone. Eccipienti: biossido di silicio, aroma, saccarina sodica. Senza glutine. Avvertenze Controindicazioni Non assumere il prodotto in caso di: - ipersensibilità nota verso il prodotto - stenosi intestinale - ileo dinamico - colite acuta o grave - megacolon tossico - perforazione intestinale - stasi gastrica - malattie infiammatorie dell'intestino (come esempio morbo di Crohn, colite ulcerosa) - pazienti di peso inferiore ai 20 kg o di età inferiore a 2 anni Gravidanza e allattamento Non ci sono esperienze sull'assunzione durante la gravidanza e l'allattamento. Il prodotto dovrebbe essere assunto solo su consiglio del medico. Interazioni Il prodotto può ridurre il tempo di permanenza nell'intestino e quindi l'assorbimento di farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerirli insieme: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere Agpeg plus esse. Se si stanno assumendo anticoagulanti, antiaggreganti o farmaci per il diabete, consultare il proprio medico o il centro di endoscopia per un'eventuale variazione della posologia. La sospensione orale deve essere preparata al momento dell'assunzione. Nel caso non venga ingerita subito, la sospensione va conservata in frigorifero e comunque utilizzata entro le 24 ore dalla sua preparazione. Non aggiungere altri ingredienti alla sospensione ricostituita. Il simeticone può interferire con l'effetto di alcuni reagenti utilizzati in diagnostica, come la gomma di guaiaco. Conservazione Tenere lontano dalla portata dei bambini. Non utilizzare il dispositivo dopo la data di scadenza indicata sulla confezione (la data di scadenza si trova sulle bustine e sulla scatola). Non utilizzare le bustine aperte o danneggiate. Non conservare a temperatura superiore a 25°C. Validità a confezionamento integro: 36 mesi. Formato Confezione da 4 bustine

-20%
5,49 

ALAXA 5 MG COMPRESSE GASTRORESISTENTI Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Posologia: 2 compresse al giorno; nei casi particolarmente ostinati, 3 compresse. Popolazione pediatrica. Bambini di età compresa tra 3 e 12 anni: 1-2 compresse al giorno (0,3 mg/Kg) sotto diretto controllo medico. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’ uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Modo di somministrazione: Le compresse vanno deglutite intere, senza masticare, insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Le compresse debbono preferibilmente essere somministrate dopo il pasto serale, in modo che l’effetto del lassativo, che si produce dopo 10-12 ore, non disturbi il sonno. Se l’assunzione avviene a stomaco vuoto, l’effetto lassativo si manifesta entro circa 5 ore. Assumere ALAXA almeno 1 ora dopo l’assunzione di latte o antiacidi e almeno due ore dopo l’assunzione per via orale di altri medicinali. Principi attivi: Ogni compressa gastroresistente contiene: Principio attivo: bisacodile 5 mg; Eccipienti con effetti noti: lattosio monoidrato, saccarosio, carbossimetilcellulosa sodica. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Nucleo della compressa: lattosio monoidrato, amido di mais, magnesio stearato, gelatina. Film-rivestimento gastroresistente: dietilftalato, cellulosa acetoftalato, talco. Rivestimento zuccherino: acacia, saccarosio, carbossimetilcellulosa sodica, macrogol 6000, titanio biossido, calcio carbonato, talco. Controindicazioni: - Ipersensibilità al principio attivo o ad altre sostanze correlate dal punto di vista chimico o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. - Bambini di età inferiore ai 3 anni. - Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere paragrafo 4.6). - Soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione, addome chirurgico acuto, appendicite, gastroenterite. Conservazione: Questo medicinale non richiede alcuna temperatura particolare di conservazione. Conservare nella confezione originale, per proteggere il medicinale dall’umidità. Avvertenze: L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia, la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, inoltre, specialmente quelli di contatto, (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). L’uso frequente o prolungato del medicinale deve essere evitato poiché può provocare assuefazione e colite atonica. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Si raccomanda cautela se la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane; quando è presente sanguinamento rettale; quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti o quando il paziente è affetto da diabete mellito, ipertensione o cardiopatie. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Popolazione pediatrica: Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Informazioni importanti su alcuni eccipienti: ALAXA contiene: - lattosio monoidrato: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, da deficit totale di lattasi, o da malassorbimento di glucosio-galattosio, non devono assumere questo medicinale; - saccarosio: pazienti affetti da rari probl

-10%
12,49 

CASENLAX 10 G POLVERE PER SOLUZIONE ORALE IN BUSTINA Indicazioni terapeutiche: Trattamento sintomatico della stipsi negli adulti e nei bambini di 8 anni ed oltre. Deve essere escluso un disordine organico prima di iniziare il trattamento. Casenlax deve rimanere un trattamento temporaneo adiuvante ad uno stile di vita e ad un regime alimentare appropriato per la stipsi, con un ciclo di trattamento massimo di 3 mesi nei bambini. Se i sintomi persistono nonostante le misure dietetiche associate, deve essere sospettata e trattata una diversa causa di fondo. Posologia: Uso orale Posologia Da 1 a 2 bustine al giorno, assunte preferibilmente in dose singola al mattino. Si raccomanda di bere 125 ml di liquidi (per esempio acqua) dopo ciascuna dose. L’effetto di Casenlax si manifesta entro 24-48 ore dopo la somministrazione. La dose giornaliera deve essere adattata in accordo agli effetti clinici e può variare da una bustina a giorni alterni (specialmente nei bambini) fino a 2 bustine al giorno. Il trattamento deve essere interrotto gradualmente e ripreso se la stipsi si ripresenta. Popolazione pediatrica Da 1 a 2 bustine al giorno, assunte preferibilmente in dose singola al mattino. Si raccomanda di bere 125 ml di liquidi (per esempio acqua) dopo ciascuna dose. Nei bambini, il trattamento non deve superare i 3 mesi a causa della mancanza di dati clinici nei trattamenti di durata superiore ai 3 mesi. La regolarizzazione della motilità intestinale indotta dal trattamento verrà mantenuta dallo stile di vita e da misure dietetiche. Modo di somministrazione Ciascuna bustina deve essere sciolta in un bicchiere di acqua (circa 125 ml) appena prima dell’uso. La soluzione risultante sarà chiara e trasparente come l’acqua. Principi attivi: Ogni bustina contiene 10 g di macrogol 4000. Eccipienti con effetti noti: 0,0000018 mg di zolfo diossido (E220) per bustina e meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per bustina. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Saccarina sodica (E954), aroma mela* *Composizione dell’aroma mela: Aroma naturale, maltodestrine, gomma arabica E414, zolfo diossido E220, alfa tocoferolo E307. Controindicazioni: - Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. - Grave malattia infiammatoria intestinale (come colite ulcerosa, morbo di Crohn) o megacolon tossico, associato a stenosi sintomatica. - Perforazione dell’apparato digerente o rischio di perforazione dell’apparato digerente. - Ileo paralitico o sospetto di ostruzione intestinale. - Sindromi addominali dolorose di natura indeterminata. Conservazione: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Avvertenze: Il trattamento della stipsi con qualsiasi medicinale è solo un adiuvante ad uno stile di vita sano e alla dieta, per esempio: - Maggior assunzione di liquidi e di fibre alimentari, - Adeguata attività fisica e rieducazione della motilità intestinale. A causa della presenza di zolfo diossido Casenlax raramente può causare gravi reazioni di ipersensibilità e broncospasmo. In caso di diarrea, si deve usare cautela nei pazienti predisposti ai disturbi del bilancio idrico e/o elettrolitico (ad esempio anziani, pazienti con compromissione epatica o renale o pazienti in trattamento con diuretici) e deve essere considerato il controllo di elettroliti. Sono state segnalate reazioni di ipersensibilità (eruzione cutanea, orticaria ed edema) con farmaci contenenti macrogol (polietilenglicole). Sono stati segnalati casi eccezionali di shock anafilattico. Casenlax contiene una quantità non significativa di zuccheri o polioli e può essere prescritto a pazienti diabetici o a pazienti che seguono una dieta priva di galattosio. Questo medicinale contiene meno di 1 mmol (23 mg) di sodio per bustina, cioè essenzialmente “senza sodio”. In base al meccanismo d’azione di macrogol, si raccomanda l’assunzione di liquidi durante il trattamento con questo medicinale (vedere paragrafo 5.1). L’assorbimento di altri medicinali potrebbe essere temporaneamente ridotto a causa dell’aumento della velocità di transito gastrointestinale indotto da macrogol (vedere paragrafo 4.5). Interazioni: Esiste la possibilità che l’assorbimento di altri medicinali possa essere temporaneamente ridotto durante l’utilizzo di Casenlax. Può essere particolarmente influenzato l’effetto terapeutico dei medicinali con un ristretto indice terapeutico (ad esempio antiepilettici, digossina e agenti immunosoppressori). Effetti indesiderati: Gli effetti indesiderati sono elencati in base alla frequenza utilizzando le seguenti categorie: Molto comune (≥1/10); comune (≥1/100, <1/10); non comune (≥1/1.000, <1/100); raro (≥1/10.000, <1/1.000); molto raro (<

-55%
6,90 

CLISMA FLEET 21,4 G/9,4 G SOLUZIONE RETTALE Indicazioni terapeutiche: Trattamento a breve termine della stipsi occasionale negli adulti e nei bambini di età superiore ai 3 anni; svuotamento intestinale pre e post operatorio, in ostetricia, in preparazione ad esami radioscopici ed indagini endoscopiche dell’ultimo tratto intestinale. Posologia: Posologia Adulti e bambini di età superiore ai 12 anni: 1 flacone (118 ml dose erogata) non più di una volta al giorno o secondo istruzioni del medico (vedere paragrafo 4.4). Bambini di età compresa tra 3 e 12 anni: Dose dimezzata non più di una volta al giorno o secondo istruzioni del medico (vedere paragrafi 4.4 e 4.9). Clisma Fleet è controindicato nei bambini di età inferiore ai 3 anni (vedere paragrafo 4.3). Nella stipsi occasionale i lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del caso. Insufficienza renale: Non somministrare a pazienti con compromissione clinicamente significativa della funzionalità renale (vedere paragrafo 4.3). Il prodotto deve essere usato con cautela nei pazienti con funzionalità renale compromessa, quando il beneficio clinico si prevede superiore al rischio di iperfosfatemia (vedere paragrafo 4.4). Modo di somministrazione Per solo uso rettale: Sdraiarsi sul fianco sinistro con entrambe le ginocchia piegate, le braccia a riposo. Rimuovere il cappuccio protettore arancione. Con una pressione costante, inserire delicatamente il Comfortip del clistere nell’ano con la cannula rivolta verso l’ombelico. Premere il flacone fino a quando quasi tutto il liquido sia uscito. Interrompere l’uso se si incontra resistenza. Forzare il clistere può provocare ferite. Sono sufficienti da 2 a 5 minuti per ottenere l’effetto desiderato. Per la stipsi occasionale i clisteri rettali si utilizzano per fornire sollievo e unicamente a breve termine. Principi attivi: Ogni dose di 118 ml contiene l’equivalente di 21,4 g (18,1% p/v) di sodio diidrogeno fosfato diidrato e 9,4 g (8,0% p/v) di disodio idrogeno fosfato dodecaidrato. Contiene 4,4 g di sodio per 118 ml dose erogata. Eccipiente con effetti noti: questo medicinale contiene 0,0006 g/ml di benzalconio cloruro. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Benzalconio cloruro Disodio edetato Acqua distillata q.s. Controindicazioni: Clisma Fleet è controindicato in pazienti con: • Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. • Condizioni che causano un aumento della capacità di assorbimento, una diminuzione della capacità di eliminazione o una diminuzione della motilità gastrica, ad esempio: o   sospetta ostruzione intestinale o   ileo paralitico o   stenosi anorettale o   ano perforato o   megacolon congenito o acquisito o   malattia di Hirschsprung. • Patologie gastrointestinali non diagnosticate, ad esempio: o   sintomi indicativi di appendicite, perforazione intestinale o malattia infiammatoria intestinale attiva o   sanguinamento rettale non diagnosticato. • Insufficienza cardiaca congestizia. • Disidratazione. • Bambini di età inferiore ai 3 anni. • Insufficienza renale clinicamente significativa. Non si devono somministrare contemporaneamente altre preparazioni con fosfati di sodio, tra cui soluzioni orali o compresse di fosfati di sodio (vedere paragrafo 4.5). Conservazione: Non conservare a temperatura superiore a 25°C. Avvertenze: Non utilizzare Clisma Fleet in caso di nausea, vomito o dolore. I pazienti devono essere avvisati di aspettarsi feci liquide e devono essere incoraggiati a bere liquidi per aiutare a prevenire la disidratazione, in particolare i pazienti con condizioni che possono predisporre a disidratazione o quelli che assumono medicinali che possono diminuire la velocità di filtrazione glomerulare, come i diuretici, inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE inibitori), bloccanti del recettore dell’angiotensina (sartani) o anti–infiammatori non steroidei (FANS). Dato che Clisma Fleet contiene fosfati di sodio, vi è il rischio di elevati livelli sierici di sodio e fosfato e diminuzione dei livelli di calcio e potassio e di conseguenza ipernatriemia, iperfosfatemia, ipocalcemia e ipokaliemia che si possono verificare con segni clinici come tetania e insufficienza renale. I cambiamenti idroelettrolitici sono di particolare interesse nei bambini con megacolon o qualsiasi altra condizione in cui si ha ritenzione della soluzione del clistere, e nei pazienti con co–morbidità. Questo è il motivo per cui Clisma

-62%
5,90 

Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale CLISMA LAX SOLUZIONE RETTALE FLACONI Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Posologia Adulti e adolescenti (12-18 anni): l'intera dose del flacone. Modo di somministrazione Non superare le dosi consigliate. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Assumere preferibilmente la sera. Principi attivi: 100 ml contengono 13,91 g di fosfato sodico monobasico anidro (NaH2PO4); 3,18 g di fosfato sodico bibasico (Na2HPO4). Eccipienti con effetti noti: sodio benzoato (100mg per 100ml) e metilparaidrossibenzoato (50mg per 100ml). Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Idrossido di sodio, sodio benzoato, metilparaidrossibenzoato, acqua depurata. Controindicazioni: -Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. - dolore addominale acuto o di origine sconosciuta - nausea o vomito - ostruzione o stenosi intestinale o stenosi anorettale - sub occlusione intestinale - ileo meccanico - ileo paralitico - disturbi intestinali di tipo infiammatorio ed altre condizioni che possono aumentare l’assorbimento del medicinale - perforazione anale - megacolon congenito o acquisito - malattia di Hirschsprung - sanguinamento rettale di origine sconosciuta - crisi emorroidale acuta con dolore e sanguinamento - grave stato di disidratazione - bambini di età inferiore a dodici anni. I fosfati sono controindicati in pazienti con disturbi cardiaci, grave insufficienza renale o in presenza di iperfosfatemia. Non si devono somministrare contemporaneamente altre preparazioni con fosfati di sodio, tra cui soluzioni orali o compresse di fosfati di sodio (vedere paragrafo 4.5). Conservazione: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Avvertenze: Popolazione pediatrica: Il flacone da 133 ml non deve essere utilizzato nei bambini di età inferiore a 12 anni. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. I pazienti devono essere incoraggiati a bere liquidi per aiutare a prevenire la disidratazione, in particolare i pazienti con condizioni che possono predisporre a disidratazione, o quelli che assumono medicinali che possono diminuire la velocità di filtrazione glomerulare, come i diuretici, gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE inibitori), i bloccanti del recettore dell’angiotensina (sartani) o gli anti-infiammatori non steroidei (FANS). Dato che Clisma lax contiene fosfati di sodio, vi è il rischio di elevati livelli sierici di sodio e fosfato e diminuzione dei livelli di calcio e potassio, e di conseguenza ipernatriemia, iperfosfatemia, ipocalcemia e ipopotassiemia, che si possono verificare con segni clinici come tetania e insufficienza renale. L’abuso di lassativi può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). L’uso ripetuto di lassativi può dare origine ad assuefazione o danni di diverso tipo. L’impiego prolungato di un lassativo per il trattamento della stipsi è sconsigliato. Il trattamento farmacologico della stipsi deve essere considerato un adiuvante al trattamento igienico-dietetico (es. incremento di fibre vegetali e di liquidi nell’alimentazione, attività fisica e rieducazione della motilità intestinale). Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Un’attenta valutazione del medico è indispensabile quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. E' opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute e i pazienti con ipertensione arteriosa non controllata, ascite, malattie cardiache, cambiamenti della mucosa rettale (ulcere, fessure), consultino il medico prima di usare il medicinale. I pazienti

-16%
5,49 

CONFETTO FALQUI C.M. 5 MG COMPRESSE RIVESTITE Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: I bambini di età uguale o inferiore a 10 anni con stitichezza cronica devono essere trattati sotto controllo medico. Il bisacodile non deve essere usato nei bambini di età uguale o inferiore a 2 anni. Adulti e bambini di età superiore ai 10 anni: 1–2 compresse rivestite (5–10 mg) al giorno prima di andare a letto. Bambini da 2 a 10 anni: 1 compressa rivestita (5 mg) al giorno prima di andare a letto. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. E’ consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando è necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Le compresse rivestite vanno deglutite intere e debbono preferibilmente essere somministrate dopo il pasto serale, in modo che l’effetto del lassativo, che si produce dopo 10–12 ore, non disturbi il sonno. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: Ogni compressa rivestita contiene: Bisacodile 5 mg. Eccipienti: saccarosio, sorbitolo. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Una compressa rivestita contiene: Cellulosa microcristallina, Talco, Amido, Titanio diossido, Etile ftalato, Saccarosio, Beenato di glicerolo, Povidone, Sorbitolo, Copolimero dell’acido metacrilico, Trietil citrato, Gomma lacca, Macrogol 6000, Sepifilm 002. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, addome chirurgico acuto, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione, appendicite, gastroenterite. Controindicato nei bambini di età inferiore a 2 anni. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere p. 4.6.). Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere p. 4.4.). Conservazione: Conservare a temperatura non superiore ai 30°C. Avvertenze: L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia, la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Nei bambini al di sopra i 2 anni e al di sotto dei 10 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti o quando il paziente è affetto da diabete mellito, ipertensione o cardiopatie. E’ inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. L’uso dei lassativi nei pazienti affetti da malattie infiammatorie dell’intestino o in presenza di dolore addominale, nausea o vomito, può essere pericoloso e richiede pertanto un’attenta valutazione da parte del medico. Con l’uso di bisacodile son stati riferiti casi di vertigini o sincope durante la defecazione, compatibili con la sincope da defecazione (attribuibile allo sforzo della defecazione stessa) o con una risposta vasovagale ai dolori addominali che possono associarsi alla stipsi. I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, da malassorbimento di glucosio–galattosio o da insufficienza di sucrasi–isomaltasi non devono assumere questo farmaco. Le compresse rivestite devono essere deglutite int

-6%
13,38 

Destrolac INTEGRATORE IN POLVERE Indicazioni Trattamento dietetico della stipsi; regolarizzare l'alvo; ammorbidire le feci; stimolare la flora intestinale residente (effetto prebiotico); fornire glucidi con un basso effetto di scatenamento della reazione insulinica; fornire energia di lunga durata; impiegare nella dieta del lattante zuccheri non fermentescibili; migliorare la digeribilità del latte a cui viene aggiunto. Posologia e modalità d'uso 3 misurini rasi (5 grammi) ogni 100 ml di latte o oltri liquidi; 3 misurini rasi (5 grammi) ogni 100 grammi di frutta grattugiata; 3 misurini (5 grammi) apportano 22 Kcal circa. Caratteristiche Può essere impiegato come dolcificante per tisane, thè deteinato, camomilla ecc. Componenti Maltodestrine; bioecolians; zucchero; inositolo (vitamina B7). Formato 250 gr.

-9%
13,46 

   DE STRO  LAC      sciroppo con lattulosio Integratore alimentare utile per il trattamento della stipsi nel bambino e nell'adulto.       Lattulosio È un disaccaride sintetico sostanzialmente non assorbibile, costituito da galattosio e fruttosio. Il lattulosio, non essendo idrolizzato nell’intestino tenue per mancanza di un enzima specifico, raggiunge immodificato il colon dove è degradato dai batteri saccarolitici (Lactobacillus acidophilus, Lactobacillus bifidus ). I prodotti della metabolizzazione del lattulosio agiscono attirando acqua per osmosi nel lume intestinale in modo da prevenire l’eccessivo indurimento delle feci. Dalla scissione del lattulosio originano infine acidi organici, specie acido lattico, che riducono il pH intestinale. L’abbassamento del pH luminale stimola la peristalsi e favorisce l’espulsione delle feci. Ingredienti  per 10 ml Inositolo (vitamina B7) 400 mg Lattulosio 3 g Altri ingredienti: maltodestrine; bioecolians (prebiotico); zucchero (saccarosio). Modalità d'uso Salvo diversa prescrizione del medico: 10 ml di sciroppo al giorno misurati, utilizzando il dosatore incluso nella confezione. 10 ml corrispondono a 2 cucchiaini da tè. Avvertenze Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Formato Flacone da 150 ml con misurino dosatore.

-2%
11,27 

Dicopeg BUSTINE Descrizione Dispositivo medico ad azione lassativa che, attraverso un'azione di tipo osmotico, regolarizza l'intestino in modo naturale. Non viene assorbito né fermenta nell'intestino, non irrita la mucosa e viene eliminato nelle feci in forma non modificata. Dicopeg è particolarmente indicato nella stitichezza cronica e nei casi di intestino occasionalmente irregolare. Grazie infatti alla sua affinità per l'acqua, Dicopeg ammorbidisce le feci facilitando l'evacuazione senza provocare crampi né dolore addominale, né condizioni di urgenza. La sua efficacia non si riduce nel tempo. Dicopeg si presenta in polvere per soluzione orale. Modalità d'uso Dosi raccomandate Da 6 mesi a 2 anni (fino a 12 kg): 1-2 bustine al giorno. Da 2 a 11 anni (da 12 kg a 20 kg): 2-4 bustine al giorno. Al di sopra di 11 anni (o > 20 kg): 2-6 bustine al giorno. È possibile suddividere la dose giornaliera in più somministrazioni. La dose può essere aumentata o diminuita a seconda della risposta individuale al trattamento. Si consiglia in ogni caso di sentire il parere del medico. Utilizzare il prodotto nei bambini in età pediatrica solo dopo consiglio medico. La dose massima necessaria non supera normalmente le 6 bustine al giorno. Istruzioni per l'uso Sciogliere il contenuto di 1 bustina in 1/2 bicchiere d'acqua (62,5 ml). Bere la soluzione così ricostituita. È possibile suddividere la dose giornaliera in più somministrazioni. Il numero giornaliero di bustine da assumere può essere ricostituito in anticipo nel volume d'acqua appropriato e la soluzione conservata in frigorifero coperta fino ad un massimo di 24 ore. Si consiglia di assumere Dicopeg lontano dai pasti. Componenti Macrogol 3350. Eccipienti: biossido di silicio, aroma, saccarina sodica. Senza glutine. Avvertenze Non assumere Dicopeg in caso di ipersensibilità nota a macrogol, perforazione e/o ostruzione gastrointestinale, lesioni gastriche o intestinali note, gravi patologie infiammatorie del tratto intestinale come morbo di Crohn, colite ulcerosa e megacolon tossico. Interazioni con farmaci: non sono note interazioni con farmaci ma è opportuno che l'assunzione del prodotto sia distanziata di almeno 2 ore da quella dei farmaci somministrati per via orale poiché il potere osmotico del macrogol e l'aumento della velocità di transito gastrointestinale indotta possono influire negativamente sulla loro efficacia. Consultare comunque il medico prima di assumere Dicopeg in caso di altre terapie in atto. Non superare la dose massima giornaliera. Il prodotto è monouso: non utilizzare le buste in modo parziale o aperte in tempi non noti, in quanto tale modo d'uso potrebbe comportare rischi di contaminazione del prodotto. Tenere lontano dalla portata dei bambini. Non utilizzare in bambini al di sotto dei 6 mesi. Durante il trattamento con Dicopeg è consigliabile seguire una dieta adeguata, accompagnata dalla somministrazione di una soluzione per la reidratazione orale (ORS) per evitare la disidratazione, si consiglia comunque di consultare il medico. Non utilizzare il prodotto per più di 30 giorni, se i sintomi persistono, consultare il medico. Conservazione Conservare in luogo fresco ed asciutto, a temperatura non superiore a 25°C, nella confezione originale. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto correttamente conservato in confezione integra. Non utilizzare il prodotto dopo la data di scadenza indicata sulla confezione e sulla bustina. Validità a confezionamento integro: 36 mesi. Formato Confezione da 20 bustine

-28%

Farmacia Online

Dulcolax*20 Cpr Riv 5 Mg

4,99 

DULCOLAX Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: COMPRESSE RIVESTITE. - Adulti: 1-2 compresse rivestite al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1-2 compresse rivestite al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 compressa rivestita al giorno. È consigliabile iniziare con la dose minima prevista. La dose può essere poi aumentata, fino alla dose massima raccomandata, per una regolare evacuazione delle feci. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. Istruzioni per l’uso: Assumere le compresse rivestite preferibilmente la sera per determinare un’evacuazione la mattina seguente (dopo circa 10 ore). Con la somministrazione al mattino, a digiuno, l’effetto si ottiene dopo cinque ore circa. Le compresse rivestite non devono essere somministrate insieme a prodotti che riducono l’acidità del tratto gastrointestinale superiore, quali latte, antiacidi (per esempio bicarbonato) o inibitori della pompa protonica. Le compresse rivestite vanno deglutite intere. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. SUPPOSTE. - Adulti: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 supposta bambini (5 mg) al giorno. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. I bambini di età pari o inferiore ai 10 anni con stitichezza cronica o persistente devono assumere Dulcolax sotto la supervisione del medico. Dulcolax non deve essere somministrato nei bambini di età inferiore ai due anni. Istruzioni per l’uso: L’effetto delle supposte si manifesta di solito in circa 20 minuti (range: 10 - 30 minuti). Non superare le dosi consigliate. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: COMPRESSE RIVESTITE. Una compressa rivestita contiene: bisacodile 5 mg. Eccipienti con effetti noti: lattosio, saccarosio, olio di ricino. ADULTI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 10 mg. BAMBINI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 5 mg. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: COMPRESSE RIVESTITE: Lattosio monoidrato, amido di mais, amido modificato, glicerolo, magnesio stearato, saccarosio, talco, gomma arabica, titanio diossido (E171), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:1), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:2), olio di ricino, macrogol 6000, ferro ossido (E172), cera bianca, cera carnauba, gomma lacca. SUPPOSTE: Trigliceridi degli acidi grassi saturi. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Dulcolax è anche controindicato nei pazienti con ileo paralitico, condizioni addominali acute, come appendicite, e gravi dolori addominali associati a nausea e vomito che possono essere segni indicativi di gravi condizioni patologiche, nell’ostruzione o stenosi intestinale, infiammazione acuta del tratto gastrointestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6). L’uso di Dulcolax è controindicato in caso di rare condizioni ereditarie che possono essere incompatibili con l’assunzione di uno degli eccipienti (vedere sezione 4.4 "avvertenze speciali e precauzioni di impiego"). Dulcolax è controindicato nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Le supposte sono controindicate nei casi di ragadi ed ulcere anali (può verificarsi dolore e sanguinamento perianale). Conservazione: Compresse rivestite: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Supposte: Non conservare a temperatura superiore a 30°C. Avvertenze: Avvertenze: Come tutti i lassativi, Dulcolax non deve essere assunto in modo continuo ogni giorno o per lunghi periodi di tempo senza indagare sulla causa della stitichezza. In caso di diabete mellito, ipertensione o cardiopatia usare solo dopo aver consultato il medico. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. La perdita intestinale di liquidi può provocare disidrat

-20%

Farmacia Online

Dulcolax*40 Cpr Riv 5 Mg

7,90 

DULCOLAX Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: COMPRESSE RIVESTITE. - Adulti: 1-2 compresse rivestite al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1-2 compresse rivestite al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 compressa rivestita al giorno. È consigliabile iniziare con la dose minima prevista. La dose può essere poi aumentata, fino alla dose massima raccomandata, per una regolare evacuazione delle feci. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. Istruzioni per l’uso: Assumere le compresse rivestite preferibilmente la sera per determinare un’evacuazione la mattina seguente (dopo circa 10 ore). Con la somministrazione al mattino, a digiuno, l’effetto si ottiene dopo cinque ore circa. Le compresse rivestite non devono essere somministrate insieme a prodotti che riducono l’acidità del tratto gastrointestinale superiore, quali latte, antiacidi (per esempio bicarbonato) o inibitori della pompa protonica. Le compresse rivestite vanno deglutite intere. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. SUPPOSTE. - Adulti: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 supposta bambini (5 mg) al giorno. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. I bambini di età pari o inferiore ai 10 anni con stitichezza cronica o persistente devono assumere Dulcolax sotto la supervisione del medico. Dulcolax non deve essere somministrato nei bambini di età inferiore ai due anni. Istruzioni per l’uso: L’effetto delle supposte si manifesta di solito in circa 20 minuti (range: 10 - 30 minuti). Non superare le dosi consigliate. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: COMPRESSE RIVESTITE. Una compressa rivestita contiene: bisacodile 5 mg. Eccipienti con effetti noti: lattosio, saccarosio, olio di ricino. ADULTI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 10 mg. BAMBINI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 5 mg. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: COMPRESSE RIVESTITE: Lattosio monoidrato, amido di mais, amido modificato, glicerolo, magnesio stearato, saccarosio, talco, gomma arabica, titanio diossido (E171), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:1), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:2), olio di ricino, macrogol 6000, ferro ossido (E172), cera bianca, cera carnauba, gomma lacca. SUPPOSTE: Trigliceridi degli acidi grassi saturi. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Dulcolax è anche controindicato nei pazienti con ileo paralitico, condizioni addominali acute, come appendicite, e gravi dolori addominali associati a nausea e vomito che possono essere segni indicativi di gravi condizioni patologiche, nell’ostruzione o stenosi intestinale, infiammazione acuta del tratto gastrointestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6). L’uso di Dulcolax è controindicato in caso di rare condizioni ereditarie che possono essere incompatibili con l’assunzione di uno degli eccipienti (vedere sezione 4.4 "avvertenze speciali e precauzioni di impiego"). Dulcolax è controindicato nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Le supposte sono controindicate nei casi di ragadi ed ulcere anali (può verificarsi dolore e sanguinamento perianale). Conservazione: Compresse rivestite: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Supposte: Non conservare a temperatura superiore a 30°C. Avvertenze: Avvertenze: Come tutti i lassativi, Dulcolax non deve essere assunto in modo continuo ogni giorno o per lunghi periodi di tempo senza indagare sulla causa della stitichezza. In caso di diabete mellito, ipertensione o cardiopatia usare solo dopo aver consultato il medico. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. La perdita intestinale di liquidi può provocare disidrat

-12%

Farmacia Online

Dulcolax*ad 6 Supp 10 Mg

6,99 

DULCOLAX Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: COMPRESSE RIVESTITE. - Adulti: 1-2 compresse rivestite al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1-2 compresse rivestite al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 compressa rivestita al giorno. È consigliabile iniziare con la dose minima prevista. La dose può essere poi aumentata, fino alla dose massima raccomandata, per una regolare evacuazione delle feci. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. Istruzioni per l’uso: Assumere le compresse rivestite preferibilmente la sera per determinare un’evacuazione la mattina seguente (dopo circa 10 ore). Con la somministrazione al mattino, a digiuno, l’effetto si ottiene dopo cinque ore circa. Le compresse rivestite non devono essere somministrate insieme a prodotti che riducono l’acidità del tratto gastrointestinale superiore, quali latte, antiacidi (per esempio bicarbonato) o inibitori della pompa protonica. Le compresse rivestite vanno deglutite intere. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. SUPPOSTE. - Adulti: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. Popolazione pediatrica. - Bambini oltre i 10 anni: 1 supposta adulti (10 mg) al giorno. - Bambini di età compresa fra 2 e 10 anni: 1 supposta bambini (5 mg) al giorno. La dose massima giornaliera non deve essere mai superata. I bambini di età pari o inferiore ai 10 anni con stitichezza cronica o persistente devono assumere Dulcolax sotto la supervisione del medico. Dulcolax non deve essere somministrato nei bambini di età inferiore ai due anni. Istruzioni per l’uso: L’effetto delle supposte si manifesta di solito in circa 20 minuti (range: 10 - 30 minuti). Non superare le dosi consigliate. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: COMPRESSE RIVESTITE. Una compressa rivestita contiene: bisacodile 5 mg. Eccipienti con effetti noti: lattosio, saccarosio, olio di ricino. ADULTI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 10 mg. BAMBINI SUPPOSTE. Una supposta contiene: bisacodile 5 mg. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: COMPRESSE RIVESTITE: Lattosio monoidrato, amido di mais, amido modificato, glicerolo, magnesio stearato, saccarosio, talco, gomma arabica, titanio diossido (E171), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:1), acido metacrilico/metile metacrilato copolimero (1:2), olio di ricino, macrogol 6000, ferro ossido (E172), cera bianca, cera carnauba, gomma lacca. SUPPOSTE: Trigliceridi degli acidi grassi saturi. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Dulcolax è anche controindicato nei pazienti con ileo paralitico, condizioni addominali acute, come appendicite, e gravi dolori addominali associati a nausea e vomito che possono essere segni indicativi di gravi condizioni patologiche, nell’ostruzione o stenosi intestinale, infiammazione acuta del tratto gastrointestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6). L’uso di Dulcolax è controindicato in caso di rare condizioni ereditarie che possono essere incompatibili con l’assunzione di uno degli eccipienti (vedere sezione 4.4 "avvertenze speciali e precauzioni di impiego"). Dulcolax è controindicato nei bambini di età inferiore ai 2 anni. Le supposte sono controindicate nei casi di ragadi ed ulcere anali (può verificarsi dolore e sanguinamento perianale). Conservazione: Compresse rivestite: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Supposte: Non conservare a temperatura superiore a 30°C. Avvertenze: Avvertenze: Come tutti i lassativi, Dulcolax non deve essere assunto in modo continuo ogni giorno o per lunghi periodi di tempo senza indagare sulla causa della stitichezza. In caso di diabete mellito, ipertensione o cardiopatia usare solo dopo aver consultato il medico. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. La perdita intestinale di liquidi può provocare disidrat

-40%
8,99 

DulcoSoft Dispositivo medico per il trattamento sintomatico della stitichezza occasionale e per ammorbidire le feci. DulcoSoft ha un'elevata capacità di reidratare e ammorbidire le feci dure, facilitandone l'evacuazione e dando una sensazione di sollievo. DulcoSoft ha un meccanismo di azione fisico e svolge la sua azione in maniera delicata: non viene assorbito dall'organismo e non da origine alla produzione di gas. La componente principale è Macrogol 4000, un lassativo ad azione osmotica e che trattiene l'acqua. Agisce come trasportatore d'acqua e ne ritarda l'assorbimento intestinale, determinandone un aumento della quantità nel colon. Ammorbidisce le feci e aumenta il loro volume. È adatto dagli 8 anni, anziani, donne in gravidanza (sotto controllo medico), celiaci e diabetici. DulcoSoft è infatti senza aroma, senza zucchero e senza glutine. Componenti Macrogol 4000. Modalità d'uso Sciogliere in un bicchiere d'acqua (circa 150 ml), o altra bevanda a piacere, il contenuto di 1 bustina e bere immediatamente. La dose raccomandata è 1-2 bustine al giorno, da assumere preferibilmente in un'unica somministrazione al mattino. L'uso nei bambini al di sotto dei 12 anni deve avvenire preferibilmente sotto controllo medico.

-40%
8,90 

DulcoSoft Dispositivo medico per il trattamento sintomatico della stitichezza occasionale e per ammorbidire le feci. DulcoSoft ha un'elevata capacità di reidratare e ammorbidire le feci dure, facilitandone l'evacuazione e dando una sensazione di sollievo. DulcoSoft ha un meccanismo di azione fisico e svolge la sua azione in maniera delicata: non viene assorbito dall'organismo e non da origine alla produzione di gas. La componente principale è Macrogol 4000, un lassativo ad azione osmotica e che trattiene l'acqua. Agisce come trasportatore d'acqua e ne ritarda l'assorbimento intestinale, determinandone un aumento della quantità nel colon. Ammorbidisce le feci e aumenta il loro volume. Per adulti e bambini dai 2 anni in su, donne in gravidanza (sotto controllo medico), celiaci e diabetici. DulcoSoft è infatti senza aroma, senza zucchero e senza glutine. Componenti Macrogol 4000, Sorbato di Potassio, Acido Citrico, Acqua depurata. Modalità d'uso Diluire con una bevanda a piacere, fredda o calda (circa 150 ml). Adulti e bambini al di sopra degli 8 anni: 20-40 ml di soluzione al giorno, da assumere preferibilmente in un'unica somministrazione al mattino. Bambini tra 4-7 anni: 16-32 ml di soluzione al giorno, da assumere preferibilmente in un'unica somministrazione al mattino. Bambini tra 2-3 anni: 8-16 ml di soluzione al giorno, da assumere preferibilmente in un'unica somministrazione al mattino. L'uso nei bambini al di sotto dei 12 anni deve avvenire preferibilmente sotto controllo medico. Avvertenze Tenere il dispositivo medico fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Conservazione Conservare a temperatura non superiore a 25°C. Non conservare in frigorifero. Non usare dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola. La data di scadenza si riferisce all'ultimo giorno di quel mese. Validità dopo la prima apertura: 6 settimane. Formato Flacone da 250 ml.

-32%
4,99 

DUPHALAC 66,7 G/100 ML SCIROPPO Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: La soluzione di lattulosio può essere somministrata diluita o tal quale insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una singola dose di lattulosio deve essere ingerita tutta insieme e non deve essere tenuta in bocca per un periodo di tempo prolungato. La posologia deve essere aggiustata in base alle necessità individuali del paziente. Nel caso di singola dose giornaliera, questa deve essere presa sempre alla stessa ora, ad esempio a colazione. Durante il trattamento con i lassativi è importante bere una quantità sufficiente di liquidi (1,5 - 2 litri al giorno, equivalenti a 6-8 bicchieri). Utilizzare per la somministrazione il bicchierino dosatore, facendo riferimento ai segni di graduazione riportati su di esso. Il lattulosio può essere somministrato in singola dose giornaliera o suddiviso in due somministrazioni al giorno. Dopo alcuni giorni di trattamento la dose iniziale può essere sostituita con una dose di mantenimento sulla base della risposta al trattamento. Possono essere necessari diversi giorni (2-3 giorni) di trattamento prima di raggiungere l’effetto desiderato. Pazienti Dose iniziale giornaliera Dose di mantenimento giornaliera Adulti e adolescenti 15-45 ml 15-30 ml Bambini (7-14 anni) 15 ml 10-15 ml Bambini (1-6 anni) 5-10 ml 5-10 ml Bambini al di sotto di 1 anno da 2,5 a 5 ml da 2,5 a 5 ml Anziani e pazienti con insufficienza renale ed epatica: Non ci sono particolari indicazioni per il dosaggio, dal momento che l’esposizione sistemica al lattulosio è trascurabile. Non superare le dosi consigliate. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: 100 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: lattulosio 66,7 g. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Acqua depurata. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, elencati al paragrafo 6.1. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi gastrointestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione, perforazione del tratto digerente o rischio di perforazione del tratto digerente. Conservazione: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni di impiego Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane. Consultare il medico in caso di: - sintomatologia dolorosa addominale di causa sconosciuta prima dell’inizio del trattamento - insufficiente effetto terapeutico dopo diversi giorni (2-3 giorni), vedere paragrafo 4.2. Il lattulosio deve essere somministrato con cautela nei pazienti intolleranti al lattosio. DUPHALAC può contenere tracce di lattosio, galattosio, epilattosio, fruttosio. Pertanto, i pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio o fruttosio, da deficit di Lapp lattasi o da malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo medicinale. La dose normalmente usata nel trattamento della stitichezza non rappresenta un problema pe

-5%
9,44 

ECOSOL RABARLAX Integratore alimentare utile per favorire un normale e fisiologico transito intestinale. Ingredienti  per dose giornaliera Cassia (Cassia senna) foglie0,375 g Aloe (Aloe vera) succo essiccato delle foglie0,225 g Finocchio (Foeniculum vulgare) frutti0,046 g Anice verde (Pimpinella anisum) frutti0,046 g Camomilla (Chamomilla recutita) fiori0,046 g Rabarbaro (Rheum officinale) rizoma0,034 g Liquirizia (Glycyrrhiza glabra) radice0,014 g Rosa di macchia (Rosa canina) frutti0,006 g Altri ingredienti: gomma arabica; cremor tartaro. Modalità d'uso Assumere 2 compresse alla sera, salvo diversa indicazione del medico. Avvertenze Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini si raccomanda di sentire il parere del medico. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Formato Confezione da 25 g

-5%
14,09 

Estilax Descrizione Integratore alimentare a base di estratti di cascara, frangula, frutto-oligosaccaridi (FOS) e succo disidratato di kiwi. Non contiene zucchero Ingredienti Cascara (Rhamnus purshiana DC., corteccia) estratto secco titolato al 16% in cascarosidi, Frutto-oligosaccaridi (FOS), Kiwi (Actinidia chinensis Planch., frutto) succo disidratato, capsula (gelatina alimentare, colorante: biossido di titanio), Frangula (Rhamnus frangula L., corteccia) estratto secco titolato al 7,5% - 9% in glucofranguline totali; agenti agglomeranti: biossido di silicio, cellulosa, Sali di magnesio degli acidi grassi. Senza glutine e senza lattosio Caratteristiche nutrizionali IngredientiPer 1 capsulaPer 2 capsule Kiwi succo disidratato FOS Cascara estratto secco Apporto di cascarosidi Frangula estratto secco Apporto medio di glucofranguline totali 100 mg 100 mg 118,9 mg 19 mg 75 mg 6,2 mg200 mg 200 mg 237,8 mg 38 mg 150 mg 12,4 mg Modalità d'uso Si consiglia di assumere da 1 a 2 capsule di prodotto al giorno, secondo necessità, da deglutire con un abbondante bicchiere di acqua, preferibilmente alla sera prima di coricarsi. Avvertenze Non superare la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Non assumere durante l'allattamento, in gravidanza o nei periodi in cui la si sta programmando. Non utilizzare in età pediatrica. Non assumere se si è affetti da qualsiasi malattia infiammatoria intestinale. Non utilizzare per lunghi periodi. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce e da fonti dirette di calore. La data di fine validità si riferisce al prodotto in confezione integra, correttamente conservato. Non disperdere nell'ambiente dopo l'uso. Formato Astuccio da 24 capsule da 500 mg Contenuto netto: 12 g Cod. 1404600

-12%
6,99 

eva/qu Dispositivo medico CE, classe I. La supposta eva/qu, è indicata in tutti casi in cui si avverte un ritardo nel regolare ritmo della defecazione, sia occasionale che ricorrente. L’assenza si sostanze farmacologicamente attive, che possono essere assorbite dall’organismo e causare effetti collaterali rendono eva/qu un prodotto valido ed efficace contro la stitichezza. La sua delicata azione locale e priva di effetti sistemici, consente l’uso della supposta anche durante periodi quali: gravidanza, allattamento, convalescenza, età avanzata, essendo indicata, inoltre, anche ai portatori di handicap motoria. La supposta eva/qu, è indicata, inoltre, prima della procedura mediche quali preparazione all'esplorazione rettale, prima di visite chirurgiche, gastroenterologiche, urologiche e procto-rettoscopia. eva/qu rappresenta un valido aiuto durante viaggi, quando possono manifestarsi casi di stitichezza ostinata che devono essere contrastati con un pronto ed efficace effetto liberatorio. Modalità d'utilizzo Usare una o più supposte per ogni trattamento. La supposta eva/qu una volta introdotta all’interno della cavità anale si trova a stretto contatto con la temperatura corporea. Dopo circa 3-4 minuti la supposta si dissolve e sprigiona la CO2 responsabile per l’effetto effervescente caratterizzato dalla produzione di tantissime micro-bollicine. Le “bollicine” formate esercitano un effetto locale “massaggiando” le pareti del retto. La supposta disciolta, inoltre, ammorbidisce le feci-stagnanti localizzate a livello dell’ampolla rettale promuovendo il distacco ed una veloce e soddisfacente evacuazione. Il ripetuto impiego, della supposta evaqu favorisce, inoltre, la riabilitazione del fisiologico meccanismo di defecazione “impigrito”. Avvertenze Le supposte eva/qu per adulti non sono indicate in bambini e ragazzi sotto i 12 anni. Usare una o più supposte per ogni trattamento. Una sensazione di incompleto svuotamento o un modesto bruciore momentaneo non devono preoccupare. Si risolvono rapidamente. La supposta contiene polietilenglicole che può causare irritazione. Controindicazioni Non esistono controindicazioni all'impiego delle supposte evacuanti eva/qu. La supposta può essere utilizzata anche in presenza di emorroidi o lesioni locali - anche se usate frequentemente e prolungatamente. La supposta è composta da sostanze naturali e del tutto atossiche (bicarbonato di sodio, bitartrato di potassio) utilizzate anche in molte preparazioni alimentari. Formato Confezione da 6 o 12 pezzi. Cod. 714 / 720

-9%
7,35 

GUTTALAX 7,5 MG/ML GOCCE ORALI, SOLUZIONE Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Sono consigliati i seguenti dosaggi: Adulti: Negli adulti si consiglia di iniziare con 7-8 gocce in acqua al giorno e di diminuire se l'effetto è eccessivo o di aumentare se l’effetto lassativo non è raggiunto. Nei casi di stitichezza ostinata si può arrivare fino a 15-20 gocce in acqua. Popolazione pediatrica: Nei bambini (al di sopra dei 3 anni): 2-3 gocce in acqua al giorno. Non superare le dosi consigliate. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Guttalax dovrebbe essere assunto preferibilmente alla sera per provocare l’evacuazione al mattino seguente. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua. Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: 1 ml (15 gocce) di soluzione contiene: Principio attivo: sodio picosolfato 7,5 mg. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Sodio benzoato, sorbitolo liquido, sodio citrato, acido citrico monoidrato, acqua depurata. Controindicazioni: Guttalax è controindicato in pazienti con: • Ipersensibilità al principio attivo e ad uno qualsiasi eccipienti, elencati al paragrafo 6.1; • Ileo paralitico o ostruzione o stenosi intestinale o delle vie biliari; • Condizioni addominali acute gravi dolorose e/o febbrili (come l’appendicite) associate a nausea e vomito; • Grave stato di disidratazione; • Rare condizioni ereditarie di incompatibilità con uno degli eccipienti (vedere paragrafo 4.4). • Nausea o vomito; • Infiammazione acuta del tratto gastrointestinale; • Sanguinamento rettale di origine sconosciuta; • Calcolosi biliare; • Insufficienza epatica; • Gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6). Non somministrare ai bambini di età inferiore ai 3 anni (vedere paragrafo 4.4). Conservazione: Tenere il flacone nell’imballaggio esterno per proteggere il medicinale dalla luce. Validità dopo la prima apertura: 12 mesi. Avvertenze: Avvertenze: Come tutti i lassativi, Guttalax non deve essere assunto in modo continuo ogni giorno o per lunghi periodi di tempo senza indagare la causa della costipazione. L’uso prolungato ed eccessivo può portare a diarrea, squilibrio elettrolitico e ipopotassiemia. Sono stati riportati casi di capogiri e/o sincope in pazienti che hanno assunto Guttalax. I dati disponibili su questi casi suggeriscono che gli eventi potrebbero essere correlati a sincope da defecazione (o sincope attribuibile allo sforzo evacuativo), oppure ad una risposta vasovagale al dolore addominale correlato alla costipazione, e non necessariamente all’assunzione del sodio picosolfato stesso. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) ed altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia, la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso: Nei bambini di età compresa tra 3 e 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. 1 ml (15 gocce) di soluzione contiene 0,45 g di sorbitolo, pari a 0,6 g di sorbitolo per l’assunzione della massima dose

-7%
13,97 

Lactlulin Integratore alimentare a base di lattulosio, coadiuvante nella regolazione delle funzioni intestinali.       Lattulosio É uno zucchero che non viene assorbito dal tratto intestinale e viene utilizzato dalla flora saccarolitica lattobacillare a discapito della flora proteolitica putrefatta.       Inulina Assicura un utile apporto di fibre solubili, favorendo la sintesi delle vitamine e incrementando l'immunità intestinale.       Lattobacilli (bacilli sporogenes) I lattobacilli stimolano le prime reazioni di difesa. Ingredienti Acqua osmotizzata; lattulosio titolato 50% (pari all'11,1% di lattosio); inulina; lattobacilli (bacilli sporogenes); sorbato di potassio; fruttosio; conservante: metilparaidrobenzoato; correttore di acidità acido citrico. Modalità d'uso Assumere 30 ml al giorno, per i bambini, metà dose. Avvertenze Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini si raccomanda di sentire il parere del medico. Formato Flacone da 250 ml.

-65%
4,90 

Laevolac equiflora è un integratore alimentare a base di fermenti lattici probiotici che favorisce l'equilibrio della flora intestinale. Laevolac Equiflora Fermenti lattici vivi gastroresistenti Descrizione Integratore alimentare. Laevolac Equiflora bustine monodose orosolubili svolge una doppia azione in quanto costituito dall'associazione di fermenti lattici probiotici con il nutriente prebiotico: - azione probiotica: fermenti lattici liofilizzati e gastroresistenti che favoriscono l'equilibrio della flora intestinale. - azione prebiotica: oligofruttosio (FOS), fibra vegetale che favorisce l'equilibrio della flora intestinale. Favorisce l'equilibrio della flora intestinale (ad esempio in caso di disordini alimentari, stress, cambi di stagione, viaggi all'estero, assunzione di antibiotici). Ingredienti Edulcorante sorbitolo, oligofruttosio (FOS), Lactobacillus acidophilus La-14, Bifidobacterium lactis Bl-04, aroma. Senza glutine. Caratteristiche nutrizionali Informazioni nutrizionali per 1 bustina Fermenti lattici di cui: Lactobacillus acidophilus La-14 Bifidobacterium lactis Bl-04 6 mld 2,4 mld 3,6 mld Oligofruttosio (FOS) 500 mg Modalità d'uso - Bambini: 1 bustina al giorno. - Adulti: 1 o 2 bustine al giorno. Laevolac Equiflora può essere assunto direttamente dalla bustina o sciolto in poca acqua o latte anche tiepidi ma non caldi. Assumere preferibilmente prima o lontano dai pasti. In caso di terapia antibiotica assumere 2/3 ore dopo l'antibiotico. Avvertenze Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose consigliata. Conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce (max. 25°C). Formato Confezione da 12 bustine monodose orosolubili. Peso netto 24 g.

-65%
4,90 

Laevolac Equiflora è un integratore alimentare di fermenti lattici per adulti e bambini (a partire dai 36 mesi) ad azione simbiotica (prebiotica e probiotica) per l'equilibrio della flora intestinale Laevolac Equiflora Fermenti lattici vivi gastroresistenti Descrizione Laevolac Equiflora è un integratore alimentare di fermenti lattici per adulti e bambini (a partire dai 36 mesi) ad azione simbiotica (prebiotica e probiotica) per l'equilibrio della flora intestinale: - La componente probiotica: i fermenti lattici di Laevolac Equiflora, essendo dotati della capacità di superare la barriera gastrica e biliare, riescono a colonizzare la mucosa intestinale equilibrando la flora intestinale, anche in seguito a terapia antibiotica, rinforzando il sistema immunitario. - La componente prebiotica: è costituita da oligofruttosio (FOS), fibra vegetale solubile che transita immodificata nello stomaco e nel tenue e raggiunge il colon dove favorisce l'equilibrio della flora intestinale. Indicato in caso di alterazioni dell'equilibrio della flora intestinale (indotte da disordini alimentari, stanchezza fisica e mentale, stress, cambi di stagione, viaggi all'estero, assunzione di antibiotici). Utile anche dopo terapia antibiotica. Contiene 6 miliardi di fermenti lattici. Ingredienti Fermenti lattici (Bacillus coagulans Bc513/Bc4), oligofruttosio (FOS). Senza glutine. Modalità d'uso Adulti: 2 compresse, 1 o 2 volte al giorno. Bambini: (a partire da 36 mesi) 2 compresse al giorno. Le compresse possono essere assunte in qualunque momento della giornata. In caso di terapia antibiotica, assumere 2/3 ore dopo l'antibiotico. Avvertenze Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non superare la dose consigliata. Conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto, a una temperatura compresa fra i 2°C e i 25°C. Formato Confezione da 20 compresse masticabili.

-39%

Farmacia Online

Laevolac Stick 10 Bustine

5,90 

Laevolac Stick Descrizione Laevolac Stick è un integratore alimentare a base di lattulosio, che grazie alla sua azione osmotica richiama nell'intestino una quantità d'acqua sufficiente per ammorbidire le feci e stimolare le contrazioni, normalizzando così l’evacuazione. L'ingrediente attivo di Laevolac Stick: il lattulosio, uno zucchero scarsamente assorbibile e non metabolizzato. La sicurezza d’impiego del lattulosio è tale da permetterne l’utilizzo anche come rimedio nei bambini e nei pazienti in età geriatrica. Star bene con il proprio intestino significa star bene con sé stessi e gli altri: difficoltà a livello del transito intestinale determinano senso di gonfiore, pesantezza, irritabilità, flatulenza. A star male quindi non è solo la pancia, ma tutto l'organismo. La salute intestinale è duramente provata dalla quotidianità, troppo spesso caratterizzata da stress, abitudini alimentari disordinate e tanta vita sedentaria. Un'alimentazione equilibrata con un giusto apporto di fibre, un livello di idratazione adeguato e un’attività fisica regolare sono alla base di un corretto stile di vita. L'utilizzo di un integratore a base di lattulosio può normalizzare l’evacuazione grazie alla sua azione osmotica richiamando una quantità di acqua sufficiente per ammorbidire le feci e stimolare la peristalsi. Ingredienti Lattulosio liquido EP 667 g/L. Può contenere altri zuccheri compresi lattosio, epilattosio, galattosio, tagatosio e fruttosio. Può contenere solfiti. Senza glutine. Caratteristiche nutrizionali Valori mediper 1 busta Lattulosio10 g Modalità d'uso Per favorire il transito intestinale: 1 bustina al giorno (equivalente a 10 g di lattulosio) preferibilmente la mattina o la sera prima di coricarsi. Avvertenze Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere fuori dalla portata dei bambini di età inferiore ai tre anni. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Conservazione Conservare in luogo fresco e asciutto a temperatura compresa tra i 2°C e i 25°C. Formato 10 bustine monodose da 15 ml ciascuna contenente 10 g di lattulosio. Cod. 0100001299

-9%
8,69 

LAEVOLAC SCIROPPO/ BUSTINE Indicazioni terapeutiche: Adulti Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Bambini e Lattanti Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: La dose corretta è quella minima sufficiente per produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Assumere preferibilmente la sera. Adulti Sciroppo dose iniziale dose di mantenimento stipsi lieve 1 cucchiaio da tavola/die 2 cucchiaini da caffè/die stipsi grave 1–2 cucchiai da tavola/die 2–3 cucchiaini da caffè/die stipsi ostinata 2–3 cucchiai da tavola/die 2–4 cucchiaini da caffè/die Bustine 1–2 bustine/die. Bambini Sciroppo dose iniziale dose di mantenimento 1–6 anni 1–2 cucchiaini da caffè/die 1 cucchiaino da caffè/die 6–14 anni 1 cucchiaio da tavola/die 2 cucchiaini da caffè/die Bustine ½–1 bustina/die. Lattanti dose iniziale dose di mantenimento Sciroppo 1 cucchiaino da caffè/die 1 cucchiaino da caffè/die 1 cucchiaio da tavola = 15 ml = 10 g di lattulosio 1 cucchiaino da caffè = 5 ml = 3,3 g di lattulosio I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: 100 ml di sciroppo contengono: lattulosio g 66,7. 1 bustina da g 10 contiene: lattulosio g 10. Eccipienti: Sciroppo: nessuno. Bustine: aroma limone. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettaledi origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere paragrafo 4.6). Conservazione: Per le condizioni di conservazione dopo la prima apertura vedere paragrafo 6.3. Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale).Essendo il principio attivo di Laevolac uno zucchero non assorbibile, alle dosi consigliate non è controindicato nei pazienti diabetici. Tuttavia, per la presenza di altri zuccheri quali lattosio, galattosio e tagatosio, in caso di trattamento prolungato, per tali pazienti è opportuno consultare il medico. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Precauzioni per l’uso Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo avere consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Interazioni: I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo avere preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo. Laevolac può portare a una aumentata tossicità dei digitalici per deplezione potassica. E’ possibile, inoltre, un effetto sinergico con la neomicina. Agenti antibatterici ad ampio spettro, somministrati per os contemporaneamente al lattulosio, possono ridurne la degradazione limitando la possibilità di acidificazione del contenuto

-35%
5,43 

LATTULAC 67,0 G/100 ML SCIROPPO Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: 1 cucchiaio da tavola o 1 bustina monodose = 15 ml = 10 g di lattulosio 1 cucchiaino da caffè = 5 ml = 3,3 g di lattulosio La soluzione di lattulosio può essere somministrata diluita o tal quale insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Assumere preferibilmente la sera. Adulti: La posologia giornaliera media è di 10- 15 g (10-20 ml) in due somministrazioni o di 1 bustina/die. Tale posologia può essere raddoppiata o dimezzata a seconda della risposta individuale o del quadro clinico. Bambini: Da 2,5 a 10 g/die (5-15 ml), anche in unica somministrazione, a seconda dell’età e della gravità del caso a giudizio del medico. Per somministrazioni ridotte ai bambini (inferiori a 10g/die in un’unica somministrazione) si raccomanda l’uso di Lattulac sciroppo. Lattanti: In media 2,5 g/die (1/2-1 cucchiaino da caffè), a giudizio del medico. Per la somministrazione ai lattanti si raccomanda l’uso di Lattulac sciroppo. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Il lattulosio viene assorbito in misura molto piccola e non ha alcun valore calorico. Principi attivi: LATTULAC 67,0 g/100 ml: 100 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: lattulosio 67,0 g 15 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: lattulosio 10,0 g Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Acqua depurata. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. Ostruzione gastrointestinale. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Generalmente controindicato in gravidanza e allattamento (vedere paragrafo 4.6). Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere paragrafo 4.4). Conservazione: Flacone da 200 ml: Conservare a temperatura non superiore a 25 °C. Una volta aperto il contenitore il prodotto deve essere utilizzato entro 12 mesi e conservato a Temperatura non superiore a 25 °C. Busta monodose da 15 ml: Conservare a temperatura non superiore a 25 °C. Avvertenze: Avvertenze: Nei pazienti che presentano disturbi causati da eccessivo meteorismo intestinale è opportuno iniziare il trattamento con le dosi minime indicate; tali dosi potranno essere aumentate gradualmente in rapporto alla risposta del paziente. Se la costipazione è ostinata, consultare il medico. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio, stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni di impiego: Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Si deve tenere in considerazione che il riflesso ad evacuare possa essere alterato durante il trattamento. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. Dopo un breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili consultare il proprio medico curante. I pazienti in terapia digitalica debbono consultare il medico prima di iniziare la terapia. Il lattulosio viene asso

-36%
3,99 

LATTULOSIO EG 66,7% SCIROPPO Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Assumere preferibilmente la sera. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Adulti: la posologia giornaliera media è di 10 - 15 g in due somministrazioni. Tale posologia può essere raddoppiata o dimezzata a seconda della risposta individuale o del quadro clinico. Bambini: da 2,5 a 10 g/die, anche in unica somministrazione, a seconda dell'età e della gravità del caso. Lattanti: in media 2,5 g al giorno. Il lattulosio viene assorbito in misura molto piccola e non ha alcun valore calorico. Tuttavia LATTULOSIO EG contiene, oltre al lattulosio, anche galattosio, lattosio e piccole quantità di altri zuccheri. Di ciò deve essere tenuto conto nel trattamento dei pazienti diabetici e in pazienti che seguono diete ipocaloriche. Principi attivi: 100 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: Lattulosio 66,7 g Eccipienti: Sodio benzoato. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere p. 4.6). Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere p. 4.4) Conservazione: Nessuna Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Non usare il farmaco se sono presenti dolori addominali, nausea e vomito. Nei pazienti che presentano disturbi causati da eccessivo meteorismo intestinale è opportuno iniziare il trattamento con le dosi minime indicate, tali dosi potranno essere aumentate gradualmente in rapporto alla risposta del paziente. Interazioni: I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo. Agenti antibatterici a largo spettro, somministrati per os contemporaneamente al lattulosio, possono ridurne la degradazione limitando la possibilità di acidificazione del contenuto intestinale e di conseguenza l'efficacia terapeutica. Effetti indesiderati: Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. Occasionalmente: flatulenza. Meteorismo e crampi addominali, solitamente di lieve entità recedono spontaneamente dopo i primi giorni di trattamento. In caso contrario &e

-52%
3,49 

LATTULOSIO MYLAN GENERICS Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario la dose può essere aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Uso orale Adulti: (1 cucchiaio da tavola = 15 ml = 10 g di lattulosio). Bambini: (1 cucchiaino da caffè = 5 ml = 3,3 g). Da 6 a 14 anni: 10 g al giorno (3 cucchiaini) come dose iniziale, seguiti da 5 g al giorno come terapia di mantenimento. Da 1 a 5 anni: 3 - 6 g al giorno (1 - 2 cucchiaini). Lattanti: 3 g al giorno (1 cucchiaino). Assumere preferibilmente la sera. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Principi attivi: Principio attivo: Lattulosio 66,7 g. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Acido sorbico 0,08 g Arancia essenza 0,7 g Acqua depurata qb a 100 ml Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento. Generalmente controindicato in età pediatrica. Conservazione: Nessuna precauzione particolare per la conservazione. Avvertenze: Avvertenze speciali Il lattulosio è uno zucchero scarsamente assorbibile e non metabolizzato; per la presenza di altri zuccheri quali lattosio, galattosio e tagatosio, nei pazienti diabetici è necessario informare il medico. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glucosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni di impiego Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Interazioni: I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo. Effetti indesiderati: Occasionalmente: dolori crampiformi isolati o coliche addominali, più frequenti nei casi di stitichezza grave. Occasionalmente: flatulenza. Sovradosaggio: Dosi eccessive possono causare dolori addominali e diarrea; le conseguenti perdite di liquidi ed elettroliti devono essere rimpiazzate. Vedere inoltre quanto riportato nel paragrafo “Avvertenze speciali e precauzioni di impiego” circa l’abuso di lassativi. Gravidanza ed allattamento: Non esistono studi adeguati e ben controllati sull’uso del medicinale in gravidanza o nell’allattamento. Pertanto il medicinale deve essere usato solo in caso di necessità, sotto il diretto controllo del medico, dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante. Codice prodotto: 029114016

-43%
3,99 

LATTULOSIO SANDOZ - 66,7% SCIROPPO, FLACONE DA 180 ML Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Adulti: stipsi occasionale; coadiuvante nelle affezioni batteriche intestinali causate da germi coliformi (Salmonella, Shigella, ecc.) Bambini e lattanti: stipsi; trattamento delle sindromi putrefattive, dovute a disordini alimentari; come correttivo della dieta del lattante, in particolar modo nel passaggio dall’allattamento materno a quello artificiale. Posologia: Adulti: la posologia giornaliera media è di 10–15 g in due somministrazioni. Tale posologia può essere raddoppiata o dimezzata a seconda della risposta individuale o del quadro clinico. Bambini: da 2,5 a 10 g/die, anche in un’unica somministrazione, a seconda dell’età e della gravità del caso. Lattanti: in media 2,5 g al giorno. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. E' consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Assumere preferibilmente la sera. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Principi attivi: 66,7% sciroppo, flacone da 180 ml 100 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: Lattulosio g 66,7 Eccipienti: Sciroppo: sodio benzoato; acqua depurata. Bustina g 5: acido citrico; aroma limone. Bustina g 10: acido citrico; aroma limone. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere p. 4.6). Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere p. 4.4). Conservazione: Conservare le bustine a temperatura non superiore a 25°C. Avvertenze: Avvertenze Il lattulosio viene assorbito in misura molto piccola e non ha alcun valore calorico. Tuttavia Lattulosio Sandoz contiene oltre al lattulosio anche galattosio, lattosio e piccole quantità di altri zuccheri. Di ciò deve essere tenuto conto nel trattamento dei pazienti diabetici e in pazienti che seguono diete ipocaloriche. L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glucosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso Non usare il farmaco se sono presenti dolori addominali, nausea e vomito. Se la costipazione è ostinata consultare un medico. Nei pazienti che presentano disturbi causati da eccessivo meteorismo intestinale è opportuno iniziare il trattamento con le dosi minime indicate; tali dosi potranno essere aumentate gradualmente in rapporto alla risposta del paziente. Nei bambini al di sotto dei 12 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. E' inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Interazioni: Agenti antibatterici a largo spettro, somministrati per os contemporaneamente al lattulosio, possono ridurre la degradazione, limitando la possibilità di acidificazione del contenuto intestinale e di conseguenza l’efficacia terapeutica. I lassativi p

-31%
5,20 

OSMOLAC S. PELLEGRINO Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Adulti: la posologia giornaliera è di 10–15 g in due somministrazioni. Tale posologia può essere raddoppiata o dimezzata a seconda della risposta individuale o del quadro clinico. Bambini: da 2,5 a 10 g/die, anche in un’ unica somministrazione, a seconda dell’età e della gravità del caso. Lattanti: in media 2,5 g al giorno. OSMOLAC S. PELLEGRINO granulato per soluzione orale può essere somministrato sciolto in acqua oppure diluito opportunamente nel latte o in altre bevande. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Assumere preferibilmente la sera. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Il lattulosio viene assorbito in misura molto piccola e non ha alcun valore calorico. Tuttavia OSMOLAC S. PELLEGRINO contiene, oltre al lattulosio, anche galattosio, lattosio e piccole quantità di altri zuccheri. Di ciò deve essere tenuto conto nel trattamento dei pazienti diabetici e in pazienti che seguono diete ipocaloriche. Principi attivi: Flacone da 200 ml: 100 ml di sciroppo contengono: Principio attivo: lattulosio 66,7 g. Bustina da 10 g: Una bustina da 10 g contiene: Principio attivo: lattulosio 10 g. Per gli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Sciroppo: sodio benzoato, acqua purificata. Bustine: nessun eccipiente. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Controindicato nei soggetti affetti da galattosemia. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea, vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Generalmente controindicato durante la gravidanza e l’allattamento (vedere par. 4.6) e nei bambini di età inferiore a 3 anni. Conservazione: Nessuna. Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Precauzioni per l’uso Nei bambini al di sotto dei 2 anni il medicinale può essere usato solo dopo aver consultato il medico. Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre l’intervento del medico per la diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Consultare il medico quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti. È inoltre opportuno che i soggetti anziani o in non buone condizioni di salute consultino il medico prima di usare il medicinale. Nei pazienti che presentano disturbi causati da eccessivo meteorismo intestinale è opportuno iniziare il trattamento con le dosi minime indicate; tali dosi potranno essere aumentate gradualmente in rapporto alla risposta del paziente. Interazioni: I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell’intestino, e quindi l’assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di assumere contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo. In particolare deve essere evitata l’associazione contemporanea di tetracicline (vedere 4.4. "Avvertenze e precauzioni per l’uso"). Agenti antibatterici a largo spettro, somministrati per os contemporaneamente al lattulosio, possono ridurne la degradazione limitando la possibilità di acidificazione del contenuto intestinale e di conseguenza l’efficacia terapeutica. Effetti indesiderati: Occasi

-57%
4,90 

LAURILAX 4,465 G / 0,45 G / 0,0645 G, SOLUZIONE RETTALE Indicazioni terapeutiche: Laurilax è indicato per il trattamento sintomatico della costipazione occasionale negli adulti. Posologia: Posologia Adulti: 1 tubo con erogatore al giorno. Una dose deve essere somministrata da 5 a 20 minuti prima dell’effetto desiderato. Modo di somministrazione Uso rettale Rompere la punta. Introdurre l’erogatore per tutta la sua lunghezza nel retto e svuotare l’intero contenuto del tubo applicando pressione, quindi estrarre la siringa continuando a esercitare pressione sul tubo. Principi attivi: Sorbitolo, liquido (cristallizzabile): 4,4650 g Sodio citrato: 0,4500 g Sodio lauril solfoacetato 70%: 0,0645 g Per 5 ml di soluzione rettale Eccipiente con effetto noto: Acido sorbico (5mg/5 mL) Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Glicerolo Acido sorbico Acqua depurata Controindicazioni: Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Non utilizzare in caso di ostruzione intestinale o dolore addominale ad eziologia sconosciuta. Trattamento concomitante con resine a scambio cationico di calcio o di sodio polistirene sulfonato (vedere paragrafo 4.5). Conservazione: Nessuna precauzione particolare per la conservazione. Avvertenze: Se i sintomi persistono per più di qualche giorno o peggiorano, consultare un medico ed evitare l’uso prolungato. Il trattamento medico della costipazione è solo una misura aggiuntiva rispetto ad uno stile di vita sano: • elevata assunzione di liquidi e fibre vegetali; • raccomandazioni di attività fisica e allenamento intestinale. Precauzioni d’impiego Si raccomanda di evitare l’uso di questo medicinale in caso di riacutizzazioni di emorroidi, ragadi anali o rettocolite emorragica. Prestare estrema cautela in caso di uso in pazienti affetti da patologie infiammatorie o ulcerative dell’intestino crasso o da patologie gastrointestinali acute. Laurilax contiene acido sorbico che può causare reazioni sulla pelle localizzate (ad es. dermatite da contatto). Interazioni: Interazione con le resine a scambio cationico di calcio o di sodio polistirene sulfonato Sono stati segnalati casi singoli di perforazione ileocolica e necrosi del colon o intestinale con somministrazione orale e rettale di calcio e sodio polistirene sulfonato con uso di sorbitolo in pazienti trattati per iperkaliemia. I pazienti che assumono sorbitolo devono evitare calcio e sodio polistirene sulfonato. Farmaci concomitanti per uso rettale devono essere evitati in quanto potrebbero essere espulsi dal tratto gastrointestinale e non assorbiti. Effetti indesiderati: Nella tabella sottostante sono incluse le reazioni avverse al farmaco osservate durante l’esperienza post-marketing con sorbitolo, sodio citrato e sodio lauril solfoacetato. La frequenza delle reazioni avverse al farmaco è fornita usando la seguente convenzione: • Molto comune (≥1/10) • Comune (≥1/100, <1/10) • Non comune (≥1/1.000, <1/100) • Raro (≥1/10.000, <1/1.000) • Molto raro (<1/10.000) • Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili) Classificazione per sistemi e organi Eventi avversi Categoria di frequenza Disturbi del sistema immunitario Non nota Reazioni da ipersensibilità (ad esempio orticaria) Patologie gastrointestinali Non nota Dolore addominalea, Fastidio anorettale, Feci liquide a include (PTs): fastidio addominale, dolore addominale e dolore all’addome superiore Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.aifa.gov.it/content/comesegnalare-una-sospetta-reazio ne-avversa. Sovradosaggio: Dall’analisi dei dati post-marketing e dalla letteratura scientifica sull’uso di questi ingredienti somministrati per via intrarettale, non è emerso alcun sintomo dovuto al sovradosaggio. Gravidanza ed allattamento: Gravidanza Non esistono dati adeguati e studi ben controllati sulle donne in gravidanza. Quando utilizzato secondo le raccomandazioni il solo assorbimento sistemico atteso di questo medicinale è limitato, pertanto non sono previsti effetti inattesi se usato in gravidanza. Allattamento Non è noto se il sodio citrato, il sodio lauril solfoacetato e il sorbitolo siano escreti nel latte materno. Quando utilizzato secondo le raccomandazioni il solo assorbimento sistemico atteso di questo medicinale è limitato,

-7%
9,11 

LaxaActive Descrizione Integratore alimentare contenente carbone, gomma karaja, succo di prugna, olio essenziale di finocchio e estratto secco di Frangula. Quest’ultimo, insieme al succo concentrato di prugna, favorisce la regolarità del transito intestinale mentre l’olio essenziale di finocchio aiuta la regolare motilità gastrointestinale e l’eliminazione di gas. Ingredienti Gomma Karaja, Carbone vegetale, Frangula (Rhamnus frangula L.cortex) estratto secco titolato, Prugna (Prunus domestica L., fructus) succo concentrato disidratato, Olio essenziale di finocchio dolce (Foeniculum vulgare), agente di carica (cellulosa microcristallina); antiagglomeranti (magnesio stearato, biossido di silicio); maltodestrina; agente di rivestimento (idrossipropilcellulosa). Caratteristiche nutrizionali  per dose giornaliera (3 compresse) Gomma Karaja600 mg Carbone vegetale510 mg Frangula (Rhamnus frangula L.cortex) estratto secco titolato300 mg Prugna (Prunus domestica L., fructus) succo concentrato disidratato300 mg Olio essenziale di finocchio dolce (Foeniculum vulgare)72 mg Modalità d'uso Fino a 3 compresse al giorno lontano dai pasti con abbondante acqua. Non eccedere la dose consigliata. Avvertenze Per donne in gravidanza o in allattamento e bambini si raccomanda di sentire il parere del medico. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. β Formato 24 compresse. Cod. 100100

-5%
19,55 

Laxacol SOLUZIONE ORALE Indicazioni Integratore alimentare utile per favorire il fisiologico transito intestinale. Caratteristiche A base di olio di semi di lino (naturalmente ricco di omega-3), fibra di bambolo (ad elevata frazione insolubile), FOS (oligofruttosaccaridi) e arabinogalattani (fibra solubile prebiotica). Contiene lattosio. Proprietà - Arabinogalattani: fibra solubile che non viene assorbita nell'intestino tenue e raggiunge il grosso intestino dove viene digerita totalmente dai lattobacilli. Sono sostanze prebiotiche capaci di promuovere la crescita dei batteri benefici intestinali, come i lactobacilli ed i bifidobacteri, diminuendo, al tempo stesso, i batteri potenzialmente dannosi, come gli enterobatteri. - FOS (oligofruttosaccaridi): determinano una riduzione del pH fecale, del colesterolo e dei trigliceridi presenti nel sangue. Riducono l'assorbimento dei carboidrati e dei lipidi, tramite la normalizzazione dell'indice glicemico e del livello dei lipidi attraverso la diminuzione della litogenesi epatica. Utili come riequilibranti, per regolare il transito intestinale e, come protettivi, per ridurre il rischio di cancro al colon. - Fibra di bamboo: fibra dietetica ad alto contenuto di cellulosa. Lega e trattiene un'elevata quantità di acqua, con conseguente aumento del peso delle feci, dell'aumento della velocità di transito intestinale e della pressione intraluminare del colon. Diminuisce l'assorbimento dei grassi e dei sali biliari, che restano intrappolati nel reticolo fibroso, nonchè l'assorbimento di sostanze cancerogene con un vantaggio nella malattia diverticolare e nella colite ulcerosa. - Semi di lino: ad elevato contenuto di mucillagini; utile coadiuvante nella prevenzione della stipsi. Avvertenze Non superare le dosi consigliate. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Componenti Aqua; olio di lino (linum usitatissimum) semi; frutto-oligosaccaridi; galatto-oligosaccaridi; bamboo fibra (bambusa vulgaris); addensante: gomma arabica; fruttosio; ciliegia atomizzata (prunus cesarus maltodestrine) frutto; stabilizzante: glicerina; prugna succo del frutto (prunus domestica); tamarindo succo del frutto (tamarindus indica); arancia fibra (citrus aurantium); malva (malva sylvestris) fiori e foglie; altea (althea officinalis) radice; acidificante: acido citrico; conservanti: sodio benzoato; potassio sorbato; aroma amarena. Formato Flacone da 200 ml.

-24%
11,00 

LAXIPEG 9,7 G POLVERE PER SOLUZIONE ORALE Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Adulti e bambini di età superiore ad 8 anni e di peso superiore ai 20 kg. Uso orale. Da 1 a 2 bustine al giorno, preferibilmente assunte in una singola dose al mattino. Ogni bustina dovrebbe essere sciolta in un bicchiere d’acqua prima dell’assunzione. La dose giornaliera deve essere adattata in base all’effetto clinico ottenuto e può variare da una bustina a giorni alterni (soprattutto nei bambini) fino a 2 bustine al giorno. Non superare il dosaggio massimo giornaliero di 20 g di macrogol.La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. La dose giornaliera può essere assunta in una o due frazioni, lontano dai pasti. L’effetto si manifesta dopo 24–48 ore dalla somministrazione. Proseguire in tal caso il trattamento tenendo presente, comunque, che i lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Nei bambini, in assenza di dati clinici su periodi di somministrazione superiori a tre mesi, il trattamento non deve superare i tre mesi. Disciogliere il contenuto di una bustina in almeno 125 ml (pari ad un bicchiere) di acqua. Non aggiungere altri ingredienti. È preferibile bere l’intera quantità abbastanza rapidamente (nel giro di pochi minuti) evitando di sorseggiarla per lungo tempo. Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. La regolarizzazione della motilità intestinale indotta dal trattamento va mantenuta con uno stile di vita sano ed una corretta alimentazione. Principi attivi: Laxipeg 9,7 g polvere per soluzione orale Una bustina contiene: Principio attivo: macrogol 4000 g 9,736. Per gli eccipienti vedere 6.1. Eccipienti: Acesulfame potassico, aroma banana. Controindicazioni: • Ipersensibilità al Macrogol (Polietilenglicole) o ad uno qualsiasi degli eccipienti. • Gravi malattie infiammatorie dell’intestino (quali colite ulcerosa, morbo di Crohn) o megacolon tossico • Perforazione o rischio di perforazione del tratto digerente. • Ileo paralitico o sospetta ostruzione intestinale o stenosi sintomatica. • Dolore addominale acuto di origine sconosciuta, nausea o vomito, marcata accentuazione o riduzione della peristalsi, sanguinamento rettale. La presenza di uno o più di questi sintomi o segni richiede un adeguato approfondimento diagnostico da parte del medico al fine di escludere una delle condizioni patologiche che controindicano l’uso dei lassativi. • Grave stato di disidratazione. Conservazione: Conservare nella confezione originale per riparare il prodotto dall’umidità. Avvertenze: Avvertenze Il trattamento della stipsi con qualsiasi medicinale è solo un coadiuvante di uno stile di vita sano ed una corretta alimentazione, ad esempio: • incremento dell’assunzione di liquidi e fibre vegetali • appropriata attività fisica e ripristino della motilità intestinale L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. In questi casi è raccomandata cautela nei pazienti proni allo sviluppo di squilibri elettrolitici (esempio negli anziani, nei pazienti con insufficienza epatica, insufficienza renale, insufficienza cardiaca). È opportuno in questi casi controllare periodicamente i livelli degli elettroliti sierici. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia la quale può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (e, quindi, possibile necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Informazioni importanti su alcuni eccipienti LAXIPEG, non contenendo alcuno zucchero o poliolo, può essere assunto da pazienti diabetici o sottoposti ad un regime privo di galattosio. Precauzioni per l’uso Sono stati riportati rarissimi casi di reazioni da ipersensibilità (eruzione cutanea, orticaria, edema) e casi eccezionali di shock anafilattico con medicinali contenenti macrogol. Nei bambini il medicina

-19%
6,49 

MAGNESIA S.PELLEGRINO POLVERE Indicazioni terapeutiche: Trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Antiacido. Posologia: Posologia Adulti: come antiacido 1 cucchiaino da caffè; come lassativo 1 cucchiaio da tè; come purgante 1 cucchiaio. Bambini: tra i 6 e i 12 anni: metà delle dosi. Magnesia S. Pellegrino è controindicata nei bambini di età inferiore ai 6 anni (vedere paragrafo 4.3). Diluire la polvere in mezzo bicchiere d’acqua e ingerire. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. È consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. Assumere preferibilmente la sera. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad un’adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Principi attivi: 100 g di polvere contengono: Magnesia S. Pellegrino 90% polvere per sospensione orale Principio attivo: magnesio idrossido 90 g Eccipiente con effetti noti: saccarosio. Magnesia S. Pellegrino 45% polvere effervescente Principio attivo: magnesio idrossido 45 g Eccipiente con effetti noti: saccarosio e sodio. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Magnesia S. Pellegrino polvere 90% per sospensione orale:senza aroma: saccarosio. gusto limone: saccarosio, aroma naturale al limone. Magnesia S. Pellegrino 45% polvere effervescente: senza aroma: sodio bicarbonato, acido tartarico, saccarosio. gusto anice: sodio bicarbonato, acido tartarico, saccarosio, anetolo. gusto frutta: sodio bicarbonato, acido tartarico, saccarosio, aroma naturale alla frutta. gusto limone: sodio bicarbonato, acido tartarico, saccarosio, aroma naturale al limone. gusto mandarino: sodio bicarbonato, acido tartarico, saccarosio, aroma naturale al mandarino. Controindicazioni: Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, elencati al paragrafo 6.1. I lassativi sono controindicati nei soggetti con dolore addominale acuto o di origine sconosciuta, nausea o vomito, ostruzione o stenosi intestinale, sanguinamento rettale di origine sconosciuta, grave stato di disidratazione. Bambini di età inferiore ai 6 anni. Grave insufficienza renale (clearance della creatinina inferiore a 30 mL/min) Conservazione: Magnesia S. Pellegrino polvere 90% per sospensione orale:senza aroma: Conservare a temperatura inferiore a 25°C. gusto limone: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Magnesia S. Pellegrino 45% polvere effervescente: senza aroma: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. gusto anice: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. gusto frutta: Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. gusto limone: Conservare a temperatura inferiore a 25°C. gusto mandarino: Conservare a temperatura inferiore a 25°C. Avvertenze: Avvertenze L’abuso di lassativi (uso frequente o prolungato o con dosi eccessive) può causare diarrea persistente con conseguente perdita di acqua, sali minerali (specialmente potassio) e altri fattori nutritivi essenziali. Nei casi più gravi è possibile l’insorgenza di disidratazione o ipopotassiemia che può determinare disfunzioni cardiache o neuromuscolari, specialmente in caso di contemporaneo trattamento con glicosidi cardiaci, diuretici o corticosteroidi. L’abuso di lassativi, specialmente quelli di contatto (lassativi stimolanti), può causare dipendenza (necessità di aumentare progressivamente il dosaggio), stitichezza cronica e perdita delle normali funzioni intestinali (atonia intestinale). Il trattamento della stitichezza cronica o ricorrente richiede sempre la formulazione di una diagnosi, la prescrizione dei farmaci e la sorveglianza nel corso della terapia. Quando la necessità del lassativo deriva da un improvviso cambiamento delle precedenti abitudini intestinali (frequenza e caratteristiche delle evacuazioni) che duri da più di due settimane o quando l’uso del lassativo non riesce a produrre effetti è necessaria una rivalutazione clinica. Somministrare con cautela negli anziani e nei soggetti con alterata funizone renale. Nei bambini piccoli l’uso di magnesio idrossido può portare a ipermagnesemia, in particolare se presentano danno renale o disidratazione. Magnesia S. Pellegrino contiene saccarosio I pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, malassorbime

-30%
6,90 

MeliLaX Dispositivo Medico CE, classe IIb. Indicato per adulti e ragazzi, nel trattamento della stipsi, anche in presenza di ipersensibilità viscerale (come in caso di colon irritabile), ragadi ed emorroidi. Il prodotto libera l'intestino e riduce i fastidi, l'irritazione e l'infiammazione presenti in caso di stipsi. Melilax è adatto anche all'uso in gravidanza e allattamento. Unisce una azione evacuante ad un'azione protettiva e lenitiva della mucosa rettale. La doppia azione di Melilax è ottenuta grazie a Promelaxin, un complesso di mieli di nettare e di melata appositamente selezionati e lavorati in base al loro contenuto di monosaccaridi, polisaccaridi e melanoidine, arricchito con la frazione polisaccaridica da aloe e malva. Melilax esplica un'azione evacuante che induce uno stimolo di attivazione della defecazione. Grazie alle sue proprietà mucosimili e alla sua viscosità, protegge la mucosa rettale durante il passaggio delle feci. Queste particolari proprietà, unite all'azione antiossidante, conferiscono al prodotto la capacità di proteggere e lenire la mucosa. Avvertenze Non utilizzare se presente ipersensibilità o allergia individuale verso uno o più componenti. In caso di stipsi persistente è importante consultare il medico per escludere altre patologie. Il microclisma è monouso, pertanto non deve essere riutilizzato. Componenti Promelaxin complesso di mieli e polisaccaridi da aloe e malva titolo in: monosaccaridi = 50%, polisaccaridi (Peso Molecolare > 20.000 Dalton) = 0,3%; miscela idroglicerica; succo di limone; olio essenziale di lavanda. Formato 6 microclismi monouso da 10 g ciascuno. Numero di registrazione marchio CE 0373 Cod. MICLIBACLX

-30%
6,90 

MeliLaX pediatric Dispositivo Medico CE, classe IIb. Indicato nel trattamento della stipsi di bambini e lattanti, anche in presenza di ipersensibilità viscerale (come in caso di colon irritabile), ragadi ed emorroidi. Il prodotto libera l'intestino e riduce i fastidi, l'irritazione e l'infiammazione presenti in caso di stipsi. Melilax Pediatric unisce una azione evacuante ad un'azione protettiva e lenitiva della mucosa rettale. La doppia azione di Melilax é ottenuta grazie a Promelaxin, un complesso di mieli di nettare e di melata appositamente selezionati e lavorati in base al loro contenuto di monosaccaridi, polisaccaridi e melanoidine, arricchito con la frazione polisaccaridica da Aloe e Malva. Melilax Pediatric esplica un'azione evacuante che induce uno stimolo di attivazione della defecazione. Grazie alle sue proprietà mucosimili e alla sua viscosità, protegge la mucosa rettale durante il passaggio delle feci. Queste particolari proprietà, unite all'azione antiossidante, conferiscono al prodotto la capacità di proteggere e lenire la mucosa. Avvertenze Non utilizzare se presente ipersensibilità o allergia individuale verso uno o più componenti. In caso di stipsi persistente è importante consultare il medico per escludere altre patologie. Il microclisma è monouso, pertanto non deve essere riutilizzato qualora se ne somministri la metà, come nel caso di lattanti. Componenti Promelaxin complesso di mieli e polisaccaridi da aloe e malva titolo in: monosaccaridi = 50%, polisaccaridi (Peso Molecolare > 20.000 Dalton) = 0,3%; miscela idroglicerica; succo di limone; olio essenziale di lavanda. Formato 6 microclismi monouso da 5 g ciascuno. Numero di registrazione marchio CE 0373 Cod. MICLIBACLX

-6%
10,29 

MOVICOL BAMBINI 6,9 G, POLVERE PER SOLUZIONE ORALE, GUSTO CIOCCOLATO Indicazioni terapeutiche: Per il trattamento della stipsi cronica nei bambini da 2 a 11 anni. Per il trattamento del fecaloma nei bambini dall’età di 5 anni, definito come stipsi refrattaria con carico fecale nel retto e/o nel colon. Posologia: Posologia Stipsi cronica La dose iniziale abituale nei bambini da 2 a 6 anni è di una bustina al giorno, e di due bustine al giorno nei bambini da 7 a 11 anni. La dose deve essere aumentata o diminuita in modo da consentire una evacuazione regolare di feci morbide. Se è necessario aumentare la dose, è meglio farlo ogni 2 giorni. La dose massima necessaria non supera normalmente le 4 bustine al giorno. Il trattamento dei bambini con stipsi cronica deve durare per un periodo di tempo prolungato (almeno 6-12 mesi). Tuttavia la sicurezza e l’efficacia di Movicol Bambini gusto Cioccolato sono state dimostrate solamente per un periodo fino a 3 mesi. Il trattamento deve essere interrotto gradualmente e ripreso se la stipsi ricompare. Fecaloma Un ciclo di trattamento del fecaloma con Movicol Bambini gusto Cioccolato fino a 7 giorni è il seguente: Regime posologico giornaliero: Numero di bustine di Movicol Bambini gusto Cioccolato Età (anni) Giorno 1 Giorno 2 Giorno 3 Giorno 4 Giorno 5 Giorno 6 Giorno 7 5 -11 4 6 8 10 12 12 12 Il numero giornaliero di bustine deve essere assunto suddiviso in dosi, tutte consumate entro un periodo di 12 ore. Lo schema posologico sopra indicato deve essere interrotto una volta che l’occlusione si sia risolta. Un indicatore del disimpatto fecale è il passaggio di una grande quantità di feci. Dopo la risoluzione, si raccomanda di far seguire al bambino un appropriato programma di trattamento per l’intestino, per prevenire l’insorgenza di un nuovo fecaloma (il dosaggio per prevenire la recidiva del fecaloma è quello per i pazienti con stipsi cronica; vedere sopra). L’uso di Movicol Bambini gusto Cioccolato non è raccomandato nei bambini al di sotto di cinque anni per il trattamento del fecaloma, o nei bambini al di sotto di due anni per il trattamento della stipsi cronica. Per i pazienti di 12 anni ed oltre, si raccomanda l’uso di Movicol. Pazienti con funzione cardiovascolare compromessa: Non vi sono dati clinici per questo gruppo di pazienti. Pertanto Movicol Bambini gusto Cioccolato non è raccomandato per il trattamento del fecaloma nei bambini con funzione cardiovascolare compromessa. Pazienti con insufficienza renale: Non vi sono dati clinici per questo gruppo di pazienti. Pertanto Movicol Bambini gusto Cioccolato non è raccomandato per il trattamento del fecaloma nei bambini con funzione renale compromessa (vedere paragrafo 4.4 per le avvertenze sugli eccipienti). Modo di somministrazione Ogni bustina deve essere disciolta in 62,5 mL (un quarto di bicchiere) di acqua. Il corretto numero di bustine può essere ricostituito in anticipo e la soluzione conservata fino a 24 ore in frigorifero, coperta. Ad esempio, per il trattamento del fecaloma, 12 bustine possono essere disciolte in 750 mL di acqua. Principi attivi: Ogni bustina di Movicol Bambini gusto Cioccolato contiene i seguenti principi attivi: Macrogol 3350 6,563 g Sodio cloruro 0,1754 g Sodio idrogenocarbonato 0,0893 g Potassio cloruro 0,0159 g Il contenuto di ioni elettroliti per bustina, nella soluzione ricostituita di 62,5 ml è il seguente: Sodio 65 mmoli/l Cloruro 51 mmoli/l Bicarbonato 17 mmoli/l Potassio 5,4 mmoli/l Eccipiente(i) con effetti noti Movicol Bambini gusto Cioccolato contiene 7,0 mg di alcol benzilico per bustina. Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Acesulfame potassio (E950) Aroma di cioccolato * (*L’aroma di cioccolato è costituito da maltodestrina (patata), gomma arabica/gomma di acacia E414, oli e grassi vegetali (cocco), glicole propilenico E1520 e alcol benzilico E1519) Controindicazioni: Perforazione o ostruzione intestinale dovuta a disordini strutturali o funzionali della parete intestinale, ileo, gravi stati infiammatori del tratto intestinale, come morbo di Crohn, colite ulcerosa e megacolon tossico. Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Conservazione: Bustina: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Soluzione ricostituita: conservare in frigorifero (2°C - 8°C), coperta. Avvertenze: Il contenuto di liquidi di Movicol Bambini gusto Cioccolato, dopo ricostituzione con acqua, non sostituisce l’assunzione regolare di liquidi, pertanto un adeguato apporto di liquidi deve essere mantenuto. La diagnosi del fecaloma/carico fecale nel retto deve essere confermata da un esame fisico o radiologico dell’addome e del retto. Durante

-9%
9,99 

MOVICOL BAMBINI 6,9 G, POLVERE PER SOLUZIONE ORALE, SENZA AROMA Indicazioni terapeutiche: Per il trattamento della stipsi cronica nei bambini da 1 a 11 anni. Per il trattamento del fecaloma nei bambini dall’età di 5 anni, definito come stipsi refrattaria con carico fecale nel retto e/o nel colon. Posologia: Posologia Stipsi cronica La dose iniziale abituale nei bambini da 1 a 6 anni è di 1 bustina al giorno, e di 2 bustine al giorno nei bambini da 7 a 11 anni. La dose deve essere aumentata o diminuita in modo da consentire una evacuazione regolare di feci morbide. Se è necessario aumentare la dose, è meglio farlo ogni 2 giorni. Per bambini al di sotto di 2 anni di età, la dose massima raccomandata non deve superare 2 bustine al giorno. Per bambini di età compresa tra 2 e 11 anni la dose massima raccomandata necessaria non supera normalmente le 4 bustine al giorno. Il trattamento dei bambini con stipsi cronica deve durare per un periodo di tempo prolungato (almeno 6-12 mesi). Tuttavia la sicurezza e l’efficacia di Movicol Bambini Senza Aroma sono state dimostrate solamente per un periodo fino a 3 mesi. Il trattamento deve essere interrotto gradualmente e ripreso se la stipsi ricompare. Fecaloma Un ciclo di trattamento del fecaloma con Movicol Bambini Senza Aroma fino a 7 giorni è il seguente: Regime posologico giornaliero: Numero di bustine di Movicol Bambini Senza Aroma Età (anni) Giorno 1 Giorno 2 Giorno 3 Giorno 4 Giorno 5 Giorno 6 Giorno 7 5 -11 4 6 8 10 12 12 12 Il numero giornaliero di bustine deve essere assunto suddiviso in dosi, tutte consumate entro un periodo di 12 ore. Lo schema posologico sopra indicato deve essere interrotto una volta che l’occlusione si sia risolta. Un indicatore del disimpatto fecale è il passaggio di una grande quantità di feci. Dopo la risoluzione, si raccomanda di far seguire al bambino un appropriato programma di trattamento per l’intestino, per prevenire l’insorgenza di un nuovo fecaloma (il dosaggio per prevenire la recidiva del fecaloma è quello per i pazienti con stipsi cronica; vedere sopra). L’uso di Movicol Bambini Senza Aroma non è raccomandato nei bambini al di sotto di 5 anni per il trattamento del fecaloma, o nei bambini al di sotto di 1 anno per il trattamento della stipsi cronica. Per i pazienti di 12 anni ed oltre, si raccomanda l’uso di Movicol. Pazienti con funzione cardiovascolare compromessa: Non vi sono dati clinici per questo gruppo di pazienti. Pertanto Movicol Bambini Senza Aroma non è raccomandato per il trattamento del fecaloma nei bambini con funzione cardiovascolare compromessa. Pazienti con insufficienza renale: Non vi sono dati clinici per questo gruppo di pazienti. Pertanto Movicol Bambini Senza Aroma non è raccomandato per il trattamento del fecaloma nei bambini con funzione renale compromessa. Modo di somministrazione Ogni bustina deve essere disciolta in 62,5 ml (un quarto di bicchiere) di acqua. Il corretto numero di bustine può essere ricostituito in anticipo e la soluzione conservata fino a 24 ore in frigorifero, coperta. Ad esempio, per il trattamento del fecaloma, 12 bustine possono essere disciolte in 750 ml di acqua. Principi attivi: Ogni bustina di Movicol Bambini Senza Aroma contiene i seguenti principi attivi: Macrogol 3350: 6,563 g Sodio cloruro: 0,1754 g Sodio idrogenocarbonato: 0,0893 g Potassio cloruro: 0,0251 g Il contenuto di ioni elettroliti per bustina, nella soluzione ricostituita di 62,5 ml è il seguente: Sodio: 65 mmoli/l Cloruro; 53 mmoli/l Potassio: 5,4 mmoli/l Bicarbonato: 17 mmoli/l Eccipienti: Nessuno. Controindicazioni: Perforazione o ostruzione intestinale dovuta a disordini strutturali o funzionali della parete intestinale, ileo, gravi stati infiammatori del tratto intestinale, come morbo di Crohn, colite ulcerosa e megacolon tossico. Ipersensibilità ai principi attivi. Conservazione: Bustina: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Soluzione ricostituita: conservare in frigorifero (2°C - 8°C), coperta. Avvertenze: Il contenuto di liquidi di Movicol Bambini Senza Aroma, dopo ricostituzione con acqua, non sostituisce l’assunzione regolare di liquidi, pertanto un adeguato apporto di liquidi deve essere mantenuto. La diagnosi del fecaloma/carico fecale nel retto deve essere confermata da un esame fisico o radiologico dell’addome e del retto. Durante l’utilizzo di preparazioni contenenti macrogol negli adulti sono stati segnalati raramente sintomi indicanti scambi di fluidi/elettroliti, ad esempio edema, respiro corto, affaticamento, disidratazione e insufficienza cardiaca. Se ciò si verifica, la somministrazione di Movicol Bambini Senza Aroma deve essere immediatamente interrotta, si devono misurare gli elettroliti e eventuali alterazi

-3%
14,09 

Nostip INTEGRATORE ALIMENTARE Indicazioni Sciroppo contribuisce a regolare la fisiologica funzionalità intestinale. Caratteristiche Integratore alimentare prebiotico-osmotico a base di fibre alimentari e piante officinali. Un prebiotico é una sostanza in grado di influenzare positivamente lo sviluppo della microflora intestinale benefica mentre una sostanza osmotica é quella capace di richiamare acqua nel lume intestinale evitando la disidratazione e quindi l'indurimento delle feci. Formato Flacone da 200 ml.

-17%
13,69 

Onligol Dispositivo medico CE, classe IIa. Macrogol 4000 senza elettroliti e senza aroma, ad azione lassativa. Modalità d'uso Si scioglie in qualsiasi bevanda (esempio tè, tisane, latte, brodo o succo di frutta). Formato Barattolo da 400 g. Cod. ONLIFLA

-15%
9,99 

Onligol Dispositivo medico CE, classe IIa. Macrogol 4000 senza elettroliti e senza aroma, ad azione lassativa. Modalità d'uso Si scioglie in qualsiasi bevanda (esempio tè, tisane, latte, brodo o succo di frutta). Formato 20 bustine da 10 g. Cod. ONLIP20

-5%
13,29 

PAXABEL 10 G POLVERE PER SOLUZIONE ORALE IN BUSTINA Indicazioni terapeutiche: Trattamento sintomatico della stipsi nell’adulto e nei bambini con età superiore a 8 anni. Un disordine organico deve essere escluso dal medico prima di iniziare il trattamento. PAXABEL 10 g deve essere considerato un trattamento adiuvante temporaneo da associare ad uno stile di vita e regime dietetico appropriati per la stipsi, con un ciclo di terapia massimo di 3 mesi nei bambini. Se la sintomatologia persiste nonostante le misure dietetiche associate, deve essere sospettata e trattata una patologia preesistente. Posologia: Uso orale. Posologia 1-2 bustine (10-20 g) al giorno, assunte preferibilmente in singola somministrazione al mattino. La dose giornaliera deve essere adattata in base all’effetto clinico ottenuto e può variare da 1 bustina a giorni alterni (specialmente nei bambini) fino a 2 bustine al giorno. L’effetto di PAXABEL si manifesta nelle 24-48 ore successive la sua somministrazione. Popolazione pediatrica Nei bambini il trattamento non deve superare i 3 mesi, in mancanza di dati clinici sull’uso del prodotto per periodi superiori a 3 mesi. La regolarizzazione della motilità intestinale indotta dal trattamento va mantenuta con lo stile di vita e misure dietetiche. Modo di somministrazione Ciascuna bustina deve essere sciolta in un bicchiere d’acqua appena prima dell’uso. Principi attivi: Ciascuna bustina contiene 10 g di macrogol 4000. Macrogol 4000: 10,00g Aroma (arancio-pompelmo)*: 0,15g Saccarina sodica: 0,017g Per ciascuna bustina: 10,17g *Sorbitolo e biossido di zolfo sono i componenti dell’aroma di arancio-pompelmo: Sorbitolo (E420): 1,8 mg per ciascuna bustina. Biossido di zolfo (E220): 0,24*10-2 mg per ciascuna bustina Per l’elenco completo degli eccipienti, vedi paragrafo 6.1. Eccipienti: Saccarina sodica (E954), aroma (arancio-pompelmo)**. **Composizione dell’aroma arancio-pompelmo: oli di arancia e pompelmo, succo d’arancia concentrato, citrale, acetaldeide, linalolo, etilbutirrato, alfaterpineolo, ottanale, beta-gammaesenolo, maltodestrina, gomma arabica, sorbitolo, BHA (E320) e biossido di zolfo (E220). Controindicazioni: - Gravi malattie infiammatorie organiche del colon (come colite ulcerativa, malattia di Crohn) o megacolon tossico - Perforazione gastrointestinale o rischio di perforazione gastrointestinale. - Ileo o sospetto di ostruzione intestinale o stenosi sintomatica. - Dolori addominali da cause non determinate. - Ipersensibilità al principio attivo o uno qualsiasi degli eccipienti del prodotto elencati nel paragrafo 6.1. Conservazione: Nessuna speciale precauzione per la conservazione. Avvertenze: Avvertenze speciali Il trattamento della stipsi con qualsiasi prodotto medicinale deve essere considerato un adiuvante ad uno stile di vita appropriato ed a un regime dietetico salutare, per esempio: - incremento di fibre vegetali e di liquidi nell’alimentazione, - attività fisica appropriata e rieducazione della motilità intestinale. Un disordine organico deve essere escluso dal medico prima di iniziare il trattamento. Questo medicinale contiene macrogol (polietilen glicol). Sono stati riportati casi di reazioni di ipersensibilità (shock-anafilattico, angioedema, orticaria, rash, prurito, eritema) ai medicinali contenenti macrogol (polietilen- glicol),vedi paragrafo 4.8. Questo medicinale contiene biossido di zolfo, che raramente può causare reazioni gravi di ipersensibilità e broncospasmo. Pazienti con problemi ereditari di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo medicinale. In caso di diarrea, si devono adottare particolari precauzioni in pazienti predisposti a disturbi del bilancio idroelettrolitico (cioè anziani, o pazienti con alterata funzionalità epatica o renale o pazienti in corso di trattamento con diuretici) e devono essere messi in atto controlli del quadro elettrolitico del paziente. Sono stati riportati casi di aspirazione polmonare in concomitanza a somministrazioni con sondino nasogastrico di estesi volumi di polietilen glicol ed elettroliti. Bambini con danno neurologico che soffrono di disfunzione oromotoria sono particolarmente a rischio di aspirazione polmonare. Precauzioni per l’uso PAXABEL, non contenendo quantità significative di zuccheri o polioli, può essere prescritto anche ai pazienti diabetici o ai soggetti con regime alimentare privo di galattosio. Interazioni: Non pertinente. Effetti indesiderati: La frequenza delle reazioni avverse viene classificata come segue: molto comune (≥1/10); comune (da ≥1/100 a <1/10); non comune (da ≥1/1.000 a <1/100) - rara (da ≥1/10.000 a <1/1.000); molto rara (<1/10.000); non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).Adulti Gli effetti indesiderati elencati nella tabella sottostante sono

-13%
8,75 

PAXABEL 4 G POLVERE PER SOLUZIONE ORALE IN BUSTINA Indicazioni terapeutiche: Trattamento sintomatico della stipsi nei bambini dai 6 mesi agli 8 anni. Un disordine organico deve essere escluso dal medico prima di iniziare il trattamento, in particolare nei bambini di età inferiore ai 2 anni. PAXABEL 4 g deve essere considerato un trattamento adiuvante temporaneo da associare ad uno stile di vita e regime dietetico appropriati per la stipsi, con un ciclo di terapia massimo di 3 mesi. Se la sintomatologia persiste nonostante le misure dietetiche associate, deve essere sospettata e trattata una patologia preesistente. Posologia: Uso orale. Posologia • Dai 6 mesi a 1 anno: 1 bustina (4 g) al giorno. • Da 1 a 4 anni: 1 - 2 bustine (4-8 g) al giorno. • Da 4 a 8 anni: 2 - 4 bustine (8 -16g) al giorno. La dose giornaliera deve essere adattata in base all’effetto clinico ottenuto. L’effetto di PAXABEL si manifesta nelle 24-48 ore successive la sua somministrazione. Popolazione pediatrica Nei bambini il trattamento non deve superare i 3 mesi poichè mancano dati clinici sull’uso del prodotto per periodi superiori a 3 mesi. La regolarizzazione della motilità intestinale indotta dal trattamento va mantenuta con lo stile di vita e misure dietetiche. Modo di somministrazione Il contenuto di ogni bustina deve essere sciolto in circa 50 ml di acqua appena prima dell’uso. Nel caso si debba assumere 1 bustina al giorno, l’assunzione deve avvenire al mattino. Nel caso si debbano assumere più bustine, occorrerà suddividerle tra mattino e sera. La soluzione risultante sarà chiara e trasparente come l’acqua. Principi attivi: Ciascuna bustina contiene: Macrogol 4000: 4,00g Aroma (arancio-pompelmo)*: 0,06g Saccarina sodica: 0,007g Per ciascuna bustina: 4,07g *Sorbitolo e biossido di zolfo sono componenti dell’aroma di arancio-pompelmo: Sorbitolo (E420): 0,72 mg per ciascuna bustina. Biossido di zolfo (E220): 9,6*10-4 mg per ciascuna bustina Per l’elenco completo degli eccipienti, vedi paragrafo 6.1. Eccipienti: Saccarina sodica (E954), aroma artificiale (arancio-pompelmo)**.**Composizione dell’aroma artificiale arancio-pompelmo: oli di arancia e pompelmo, succo d’arancia concentrato, citrale, acetaldeide, linalolo, etilbutirrato, alfaterpineolo, ottanale, beta-gammaesenolo, maltodestrina, gomma arabica, sorbitolo, BHA (E320) e biossido di zolfo (E220). Controindicazioni: - Gravi malattie infiammatorie organiche del colon (come colite ulcerativa, malattia di Crohn) o megacolon tossico. - Perforazione gastrointestinale o rischio di perforazione gastrointestinale. - Ileo o sospetto di ostruzione intestinale o stenosi sintomatica. - Dolori addominali da cause non determinate. - Ipersensibilità al principio attivo o uno qualsiasi degli eccipienti del prodotto elencati nel paragrafo 6.1. Conservazione: Nessuna speciale precauzione per la conservazione. Avvertenze: Avvertenze speciali I dati di efficacia in bambini di età inferiore ai 2 anni sono scarsi. Il trattamento della stipsi con qualsiasi prodotto medicinale deve essere considerato un adiuvante ad uno stile di vita appropriato e ad un regime dietetico salutare, per esempio: - incremento di fibre vegetali e di liquidi nell’alimentazione, - attività fisica appropriata e rieducazione della motilità intestinale. Prima di iniziare il trattamento deve essere escluso qualsiasi disordine organico. Dopo tre mesi di trattamento deve essere effettuata una valutazione clinica completa della costipazione. Questo medicinale contiene macrogol (polietilen-glicol). Sono stati riportati casi di reazioni di ipersensibilità (shock-anafilattico, angioedema, orticaria, rash, prurito, eritema) ai medicinali contenenti macrogol (polietilen- glicol) vedi paragrafo 4.8. Questo medicinale contiene biossido di zolfo, che raramente può causare reazioni gravi di ipersensibilità e broncospasmo. Pazienti con problemi ereditari di intolleranza al fruttosio non devono assumere questo prodotto medicinale. In caso di diarrea, si devono adottare particolari precauzioni in pazienti predisposti a disturbi del bilancio idroelettrolitico (cioè anziani o pazienti con alterata funzionalità epatica o renale o pazienti in corso di trattamento con diuretici) e devono essere messi in atto controlli del quadro elettrolitico del paziente. Sono stati riportati casi di aspirazione polmonare in concomitanza a somministrazioni con sondino nasogastrico di estesi volumi di polietilen-glicol ed elettroliti. Bambini con danno neurologico che soffrono di disfunzione oromotoria sono particolarmente a rischio di aspirazione polmonare. Precauzioni per l’uso PAXABEL 4 g, non contenendo quantità significative di zuccheri o polioli, può essere prescritto anche a bambini diabetici o sottoposti a regime alimentare privo di galattosio. I

-11%
16,90 

Pediapax Descrizione Dispositivo medico in polvere per sospensione orale estemporanea utile nel: - Trattamento della stitichezza cronica nei bambini di età superiore a 2 anni e di peso superiore o pari ai 10 kg. - Trattamento del fecaloma nei bambini dall’età di 3 anni, definito, come stipsi refrattaria con carico fecale nel retto e/o nel colon. Modalità d'uso Stipsi cronica: la dose iniziale abituale nei bambini tra 2 e 6 anni è di mezza (1/2) bustina al giorno, nei bambini dai 7 anni in su di una (1) bustina al giorno, disciolte: - In 125 ml di acqua non gassata (circa 1 bicchiere) per la bustina intera. - In 62,5 ml di acqua non gassata (circa ½ bicchiere) per la mezza bustina. È possibile sciogliere il prodotto in un liquido diverso dall’acqua (tè, latte, brodo o succo di frutta). La dose può essere aumentata o diminuita in modo da consentire una evacuazione regolare di feci morbide. Se è necessario aumentare la dose, è meglio farlo ogni 2 giorni. La dose massima necessaria non supera normalmente le 2 bustine al giorno. Nel caso di trattamento prolungato, procedere con l’interruzione graduale ed una ripresa dello stesso in caso di ricomparsa della stitichezza. Non utilizzare il prodotto per più di 30 giorni consecutivi, se i sintomi persistono consultare il medico. PEDIAPAX può esser utilizzato anche al di sotto dei 2 anni, a partire da 6 mesi: per questa fascia di età, al fine di una definizione più precisa del dosaggio, è disponibile la formulazione flacone dotata di cucchiaio dosatore. Fecaloma: la diagnosi del fecaloma/carico fecale nel retto deve essere confermata da un esame fisico o radiologico dell’addome e del retto. Un ciclo di trattamento del fecaloma con PEDIAPAX dovrà durare da 3 fino ad un massimo di 6 giorni consecutivi, nella modalità seguente: 3-6 anni:2 bustine di PEDIAPAX 7-10 anni:3 bustine di PEDIAPAX >10 anni:4 bustine di PEDIAPAX Per bustina si intende la bustina intera da 13,125 g (2 mezze bustine). Il numero giornaliero di bustine deve essere assunto suddiviso in dosi da 6,563 g (1/2 bustina) da sciogliere in 62,5 ml di acqua (circa mezzo bicchiere), tutte consumate nell’arco di 12 ore. È possibile sciogliere il prodotto in un liquido diverso dall’acqua (tè, latte, brodo o succo di frutta). L’intervallo di tempo tra un’assunzione e l’altra è calcolato in base al numero di bustine da assumere nelle 12 ore, per cui: N. bustine al giornoN. di ½ bustine1 ½ bustina ogni 243 ore 362 ore 481 ora e 30 min. Per una personalizzazione della posologia si può considerare il dosaggio di 1-1,5 g/Kg/die (e quindi utilizzare anche la mezza dose di PEDIAPAX). Lo schema di trattamento indicato deve essere interrotto una volta che l’occlusione si sia risolta. Un indicatore di tale risoluzione è il passaggio di una grande quantità di feci. Dopo la risoluzione, si raccomanda di far seguire al bambino un appropriato programma di trattamento per l’intestino, per prevenire l’insorgenza di un nuovo fecaloma (il dosaggio per prevenire la recidiva del fecaloma è quello per i pazienti con stipsi cronica). Nota: è possibile preparare un maggiore volume di soluzione pronta per l’uso, ad esempio sciogliendo 6 bustine in 750 ml di acqua. In questo caso la soluzione può essere conservata coperta in frigorifero per massimo 24 ore, e poi eliminata. Avvertenze Conservare il dispositivo e l’eventuale soluzione ottenuta lontano dalla portata dei bambini; Non utilizzare il dispositivo dopo la data di scadenza riportata sulla confezione e sulla bustina; Non utilizzare in caso di confezione danneggiata; Ogni busta è monouso e deve essere aperta solo immediatamente prima dell’assunzione: non riutilizzare buste parzialmente utilizzate o aperte in tempi non noti, in quanto tale modo d’uso potrebbe comportare rischi di contaminazione del prodotto. Non superare assolutamente le dosi consigliate: in caso di sovradosaggio possono manifestarsi dolori intensi, distensione addominale. Possono inoltre sopraggiungere diarree indotte, con disturbi elettrolitici causati da un eventuale eccessiva evacuazione. In caso di sospetto sovradosaggio rivolgersi immediatamente al proprio pediatra. Quando PEDIAPAX viene usato in dosaggi elevati per trattare il fecaloma, deve essere somministrato con cautela nei pazienti con riflesso di deglutizione alterato, esofagite da riflusso o livelli di coscienza ridotti. In caso si dimentichi di assumere una dose non assumere una dose doppia per recuperare. Durante il trattamento con PEDIAPAX è consigliabile seguire una dieta adeguata, accompagnata dalla somministrazione di una soluzione per la reidratazione orale (ORS) per evitare la disidratazi si consiglia comunque di

-8%
11,49 

buOna PEGinpol Macrogol 3350 Polvere per sospensione orale Utile per il trattamento della stipsi Categoria di appartenenza Dispositivo medico appartenente alla classe 2A. Indicazioni PEGinpol è un dispositivo medico in polvere per sospensione orale estemporanea utile nel trattamento della stipsi. PEGinpol è particolarmente indicato nella stitichezza cronica e nei casi di intestino occasionalmente irregolare. Modalità d'uso Da 6 mesi a 2 anni (fino a 12 kg): 0,8 g di prodotto per kg di peso corporeo al giorno. Da 2 a 11 anni (da 12 kg a 20 kg): 1 g di prodotto per kg di peso corporeo al giorno. Al di sopra di 11 anni (o > 20 kg): 10-30 g di prodotto al giorno (5-15 misurini rasi). La dose può essere aumentata o diminuita a seconda della risposta individuale al trattamento. La posologia giornaliera più corretta per fascia d'età è da decidere in base al peso del bambino e alla severità della stipsi. Si consiglia in ogni caso di sentire il parere del medico per la posologia più corretta. Utilizzare il prodotto in età pediatrica solo dopo consiglio medico. La dose massima necessaria non supera normalmente i 30 g di prodotto al giorno. In base alla posologia sopra indicata, prelevare il quantitativo di prodotto con l’ausilio del misurino dotato di tacche che permettono di dosare il prodotto. Sciogliere la polvere in acqua considerando, per ogni misurino raso (pari a 2 g) di polvere, circa 1/4 di bicchiere d’acqua (circa 25 ml). Bere la soluzione così ricostituita. È possibile suddividere la dose giornaliera in più somministrazioni. Si consiglia di assumere PEGinpol lontano dai pasti. Descrizione e caratteristiche PEGinpol è un dispositivo medico ad azione lassativa che, attraverso un meccanismo di tipo osmotico, regolarizza l’intestino in modo naturale. PEGinpol è particolarmente indicato nella stitichezza cronica e nei casi di intestino occasionalmente irregolare. Grazie infatti alla sua affinità per l’acqua, PEGinpol ammorbidisce le feci facilitando l’evacuazione senza provocare crampi, né dolore addominale, né condizioni di urgenza. La sua efficacia non si riduce nel tempo. Non viene assorbito né fermenta nell’intestino, non irrita la mucosa e viene eliminato nelle feci in forma non modificata. Avvertenze La sospensione orale deve essere preparata al momento dell'assunzione. Si consiglia di non assumere quantitativi maggiori di quelli indicati, in quanto dosi più alte possono causare l'insorgenza di effetti collaterali inaspettati. Per periodi di utilizzo superiori ai 30 giorni e raccomandabile interrompere il trattamento con PEGinpol per almeno 3-5 giorni. Non assumere in caso di intolleranza al prodotto. Non assumere in caso di ipersensibilità nota ai componenti ed al Polietilenglicole. Non utilizzare in bambini al di sotto dei 6 mesi. Durante il trattamento con PEGinpol e consigliabile seguire una dieta adeguata accompagnata dalla somministrazione di una soluzione per la reidratazione orale (ORS) per evitare la disidratazione; si consiglia comunque di consultare il medico. Conservare le istruzioni interne insieme al prodotto. Conservare in luogo fresco e asciutto, a temperatura non superiore a 25°C, nella confezione originale. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto correttamente conservato in confezione integra. Non utilizzare il dispositivo dopo la data di scadenza indicata sulla confezione. Non utilizzare in caso di confezione danneggiata. Tenere lontano dalla portata dei bambini. In caso di reazioni avverse sospendere l 'utilizzo del prodotto e rivolgersi immediatamente al proprio medico o farmacista. In caso di mancata assunzione non assumere una dose doppia, ma aspettare e assumere la dose successiva. Allergeni Non contiene glutine e lattosio. Ingredienti 100 g Macrogol 3350, biossido di silicio, aroma, saccarina sodica. Formato 100 g Cod. 3053

-8%
10,98 

PHYSIOMANNA LAXDEPUR Descrizione Integratore alimentare a base di piante e derivati. La manna da Frassino favorisce la regolarità del transito intestinale. La manna è nota sin dall'antichità per le sue numerose virtù e per il suo gusto gradevole. Prodotta dall'albero del Frassino, la manna favorisce ina funzione fondamentale per il ciclo vitale: quella di facilitare l'afflusso e il ricambio d'acqua. Il prodotto va utilizzato nell'ambito di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Può essere usato anche da persone che, per diversi motivi, è bene che seguano un regime alimentare adeguato: bambini, donne in gravidanza, anziani, celiaci. Effetto fisiologico: favorisce il benessere e il transito gastrointestinale. Ingredienti Mannite da Fruttosio, manna da Frassino (Fraxinus Ornus L.) 10%. Caratteristiche nutrizionali Tenore giornaliero degli ingredienti vegetali 1/4 panetto 2,25 g di mannite da fruttosio e 0,25 g di manna da Frassino 1/2 panetto 4,5 g di mannite da fruttosio e 0,5 g di manna da Frassino 1 panetto 9 g di mannite da fruttosio e 1 g di manna da Frassino 1/4 panetto 18 g di mannite da fruttosio e 2 g di manna da Frassino 1/4 panetto 27 g di mannite da fruttosio e 3 g di manna da Frassino Modalità d'uso I panetti possono essere disciolti in bevande calde o fredde (tè, tisane, latte, succhi di frutta, spremute etc.) o consumati tal quali, accompagnati da abbondante acqua, o da altri liquidi. Adulti da 1/2 a 3 panetti, bambini da 1/4 a 1 panetto, secondo le esigenze. Si consiglia di assumere il prodotto con abbondante acqua o altre bevande. Avvertenze Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Non superare la dose giornaliera raccomandata. Per la durata dell'uso sentire il parere del medico. Conservazione Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di umidità. Validità a confezionamento integro: 60 mesi. Formato 12 panetti Peso netto 120 g Cod. MD12

-17%
10,49 

PORTOLAC Indicazioni terapeutiche: Portolac è indicato nel trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Adulti Polvere per soluzione orale: 10–15 g di Portolac al giorno, pari a 2–3 misurini da 5 g polvere per soluzione orale, 2–3 bustine da 5 g o 1 bustina da 10 g, in unica somministrazione, preferibilmente la sera prima di coricarsi. Sciroppo : 15–30 ml di PORTOLAC sciroppo al giorno (corrispondenti a 1–2 misurini dosatori riempiti sino alla tacca da 15 ml) in unica somministrazione, preferibilmente la sera prima di coricarsi. Popolazione pediatrica Bambini Polvere per soluzione orale Il Portolac va assunto in unica somministrazione, al mattino con la prima colazione: da 2 a 6 anni, 5 g al giorno, pari ad un misurino da 5 g di polvere per soluzione orale o ad una bustina da 5 g; oltre i 6 anni, 5–10 g al giorno, pari a 1–2 misurini da 5 g di polvere per soluzione orale, 1–2 bustine da 5 g o 1 bustina da 10 g. Sciroppo Il Portolac sciroppo va assunto in unica somministrazione, al mattino con la prima colazione: da 2 a 6 anni, 10 ml al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 10 ml); oltre i 6 anni, 10–15 ml al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 10 ml o da 15 ml). Lattanti Polvere per soluzione orale In media 1–2 g al giorno, pari a 1–2 misurini da 1 g di polvere per soluzione orale. Sciroppo In media 5 ml di sciroppo al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 5 ml). In generale, la risposta clinica ottimale può essere raggiunta con adattamenti di dosaggio di 5 g di polvere per soluzione orale al giorno (in più o in meno) nell’adulto (pari a 1 misurino di sciroppo riempito sino alla tacca da 7,5 ml) e di 1 g di polvere per soluzione orale al giorno in età pediatrica. Il Portolac nella forma polvere per soluzione orale va sciolto in acqua o in altre bevande (latte, te’, caffè, succhi di frutta) o aggiunto ad altri cibi quali yogurt, frutta cotta, etc. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. E’ consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Principi attivi: Portolac 200 g polvere per soluzione orale Ogni barattolo contiene 200 g di lattitolo monoidrato. Portolac 5 g polvere per soluzione orale Ogni bustina contiene 5 g di lattitolo monoidrato. Portolac 10 g polvere per soluzione orale Ogni bustina contiene 10 g di lattitolo monoidrato. Portolac 66,67 g/100 ml sciroppo 100 ml di sciroppo contengono 66,7 g di lattitolo monoidrato Per l’elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Polvere per soluzione orale: nessuno. Sciroppo: acido benzoico; sodio idrossido; acqua depurata. Controindicazioni: Ipersensibilità al lattitolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Portolac produce il suo effetto nel colon ed è perciò controindicato in tutti i casi in cui non è assicurato il transito intestinale (occlusione intestinale ecc.). Come con tutti i lassativi, Portolac non deve essere utilizzato in caso di qualsiasi sintomo o sospetto di lesione organica del tratto digestivo e in caso di qualsiasi dolore addominale di origine sconosciuta o sanguinamento rettale. Il fecaloma deve essere trattato in altro modo prima di utilizzare lassativi. Bambini allattati al seno e bambini con intolleranza ereditaria autosomica recessiva al fruttosio. Portolac è controindicato nella galattosemia. Il metabolismo incompleto del lattitolo può portare allo sviluppo di fruttosemia e galattosemia e alle loro sequele. Preesistente squilibrio idro–elettrolitico. Conservazione: Portolac 5 g – 10 g polvere per soluzione orale: Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dall’umidità. Portolac 200 g polvere per soluzione orale: non conservare a temperatura superiore ai 25° C. Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dall’umidità. Portolac sciroppo: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Avvertenze: – Evitare l’uso prolungato di lassativi senza interruzione; – Tutti i casi di costipazione cronica devono essere prima trattati con una dieta ricca in fibre, sufficiente apporto di liquidi o attività fisica; &ndash

-33%
6,99 

PORTOLAC Indicazioni terapeutiche: Portolac è indicato nel trattamento di breve durata della stitichezza occasionale. Posologia: Adulti Polvere per soluzione orale: 10–15 g di Portolac al giorno, pari a 2–3 misurini da 5 g polvere per soluzione orale, 2–3 bustine da 5 g o 1 bustina da 10 g, in unica somministrazione, preferibilmente la sera prima di coricarsi. Sciroppo : 15–30 ml di PORTOLAC sciroppo al giorno (corrispondenti a 1–2 misurini dosatori riempiti sino alla tacca da 15 ml) in unica somministrazione, preferibilmente la sera prima di coricarsi. Popolazione pediatrica Bambini Polvere per soluzione orale Il Portolac va assunto in unica somministrazione, al mattino con la prima colazione: da 2 a 6 anni, 5 g al giorno, pari ad un misurino da 5 g di polvere per soluzione orale o ad una bustina da 5 g; oltre i 6 anni, 5–10 g al giorno, pari a 1–2 misurini da 5 g di polvere per soluzione orale, 1–2 bustine da 5 g o 1 bustina da 10 g. Sciroppo Il Portolac sciroppo va assunto in unica somministrazione, al mattino con la prima colazione: da 2 a 6 anni, 10 ml al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 10 ml); oltre i 6 anni, 10–15 ml al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 10 ml o da 15 ml). Lattanti Polvere per soluzione orale In media 1–2 g al giorno, pari a 1–2 misurini da 1 g di polvere per soluzione orale. Sciroppo In media 5 ml di sciroppo al giorno (pari a 1 misurino dosatore riempito sino alla tacca da 5 ml). In generale, la risposta clinica ottimale può essere raggiunta con adattamenti di dosaggio di 5 g di polvere per soluzione orale al giorno (in più o in meno) nell’adulto (pari a 1 misurino di sciroppo riempito sino alla tacca da 7,5 ml) e di 1 g di polvere per soluzione orale al giorno in età pediatrica. Il Portolac nella forma polvere per soluzione orale va sciolto in acqua o in altre bevande (latte, te’, caffè, succhi di frutta) o aggiunto ad altri cibi quali yogurt, frutta cotta, etc. La dose corretta è quella minima sufficiente a produrre una facile evacuazione di feci molli. E’ consigliabile usare inizialmente le dosi minime previste. Quando necessario, la dose può essere poi aumentata, ma senza mai superare quella massima indicata. I lassativi devono essere usati il meno frequentemente possibile e per non più di sette giorni. L’uso per periodi di tempo maggiori richiede la prescrizione del medico dopo adeguata valutazione del singolo caso. Ingerire insieme ad una adeguata quantità di acqua (un bicchiere abbondante). Una dieta ricca di liquidi favorisce l’effetto del medicinale. Principi attivi: Portolac 200 g polvere per soluzione orale Ogni barattolo contiene 200 g di lattitolo monoidrato. Portolac 5 g polvere per soluzione orale Ogni bustina contiene 5 g di lattitolo monoidrato. Portolac 10 g polvere per soluzione orale Ogni bustina contiene 10 g di lattitolo monoidrato. Portolac 66,67 g/100 ml sciroppo 100 ml di sciroppo contengono 66,7 g di lattitolo monoidrato Per l’elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1. Eccipienti: Polvere per soluzione orale: nessuno. Sciroppo: acido benzoico; sodio idrossido; acqua depurata. Controindicazioni: Ipersensibilità al lattitolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1. Portolac produce il suo effetto nel colon ed è perciò controindicato in tutti i casi in cui non è assicurato il transito intestinale (occlusione intestinale ecc.). Come con tutti i lassativi, Portolac non deve essere utilizzato in caso di qualsiasi sintomo o sospetto di lesione organica del tratto digestivo e in caso di qualsiasi dolore addominale di origine sconosciuta o sanguinamento rettale. Il fecaloma deve essere trattato in altro modo prima di utilizzare lassativi. Bambini allattati al seno e bambini con intolleranza ereditaria autosomica recessiva al fruttosio. Portolac è controindicato nella galattosemia. Il metabolismo incompleto del lattitolo può portare allo sviluppo di fruttosemia e galattosemia e alle loro sequele. Preesistente squilibrio idro–elettrolitico. Conservazione: Portolac 5 g – 10 g polvere per soluzione orale: Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dall’umidità. Portolac 200 g polvere per soluzione orale: non conservare a temperatura superiore ai 25° C. Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dall’umidità. Portolac sciroppo: questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione. Avvertenze: – Evitare l’uso prolungato di lassativi senza interruzione; – Tutti i casi di costipazione cronica devono essere prima trattati con una dieta ricca in fibre, sufficiente apporto di liquidi o attività fisica; &ndash